Rosa, madre Amedeo Grieco/ Morta a 56 anni: “Ci lasci soli senza pallone…”

- Elisa Porcelluzzi

La morte di Rosa, mamma di Amedeo Grieco, ha segnato il comico che in un post confessò “ci lasci soli, in mezzo al campo, spaesati, condannandoci a cercare un senso nuovo a tutto!

Amedeo Grieco madre Rosa Instagram 640x300
Amedeo Grieco con la madre Rosa (Instagram)

Il 13 giugno 2020 è morta Rosa, la mamma di Amedeo Grieco, del duo “Pio e Amedeo”. Dopo pochi giorni dalla scomparsa dell’amata madre, Amedeo ha scritto un lungo post su Facebook ricordando tutto quello che ha fatto per tenere unita la loro famiglia: “Guardaci, 5 uomini… hai costruito prima la squadra di calcetto e ora ti sei portata via il pallone… e ci lasci soli, in mezzo al campo, spaesati, condannandoci a cercare un senso nuovo a tutto!”. Il comico ha poi ricordato l’orgoglio della madre per i traguardi conseguiti dai figli: “Eri proprio tu la luce della mia ribalta, il senso stesso dei traguardi, e il mio successo più grande era e sarà sempre quello: la fierezza del tuo sguardo… adesso cosa corro a fare io?”. Infine ha espresso il dispiacere di vedere i suoi figli, Federico e Alice, crescere senza la presenza amorevole della nonna.

Rosa, mamma di Amedeo Grieco: il ricordo di Pio

Pio D’Antini, amico e partner di Amedeo Grieco, ha così commentato la notizia della scomparsa della madre: “Rosa… amore puro, donna mamma e moglie ammirevole… sei e sarai sempre nel mio cuore… proteggici e illuminaci da lassù, non ti deluderemo mai! Sei e sarai fiera di noi e di tutta la tua famiglia”. Sei mesi prima, a dicembre 2019, facendo gli auguri di buon compleanno alla madre Rosa, Amedeo Grieco aveva parlato di una “tempesta” che si era abbattuta sulla loro famiglia: “Siamo abituati a starci sulle onde alte, a scenderci e salire con la paura di cadere e la soddisfazione di restare… ed esserci ancora, ancora… abbiamo ancora tanti mari da vedere mamma, insieme…”. A fine anno, Amedeo ha ricordato la madre Rosa, che il 21 dicembre avrebbe compiuto 57 anni: “Buon compleanno Mà, ovunque tu sia, a noi ci restano gli abbracci a salve, i tuoi ritratti e le orchidee”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA