Grillo, in arrivo nuovi medici di famiglia/ Norma nel Ddl Semplificazioni: “Per fare fronte alle carenze”

Grillo, in arrivo i nuovi medici di famiglia: una norma nel Ddl Semplificazioni prevede l’incarico fino al 2021 anhe senza terminare il corso di formazione: “Per fare fronte alle carenze”

08.02.2019 - Raffaele Graziano Flore
Giulia Grillo
Giulia Grillo, Ministro della Salute (LaPresse. 2019)

Grillo, in arrivo i nuovi medici di famiglia: avranno un incarico straordinario fino al 2021 per ovviare alle gravi carenze di personale. È questa la norma che nella giornata di oggi il Ministro della Salute, Giulia Grillo, ha annunciato dopo che è stato approvato il cosiddetto Ddl Semplificazioni in cui era contenuta. “Per fare fronte al grave problema della carenza di medici di famiglia, diamo la possibilità anche a chi non avrà ancora completato il corso di formazione di poter ricevere l’incarico fino al 31 dicembre 2021” ha scritto la titolare in quota Movimento 5 Stelle del dicastero della Salute, spiegando che la finalità di uno dei tanti provvedimenti inseriti nel decreto approvato ieri in Parlamento avrà anche la funzione di dare un po’ di ossigeno alla medicina generale e di “ampliare l’offerta dei medici di famiglia”. A tal proposito, la Grillo a pure precisato che la norma rappresenta solo un primo step di riforma del percorso post laurea dei medici.

LA NORMA CONTENUTA NEL DDL SEMPLIFICAZIONI

Insomma, annunciando il provvedimento che consente ai medici di famiglia di poter esercitare la professione anche senza aver necessariamente terminato il proprio percorso di formazione, Giulia Grillo ha dato il via al proprio progetto di riformare la Sanità pubblica: “Si tratta di uno dei miei obbietti inderogabili” ha detto il Ministro: a tal proposito, sempre nel Ddl Semplificazioni di recente approvazione è presente pure un’altra norma che di fatto estende la validità delle graduatorie per i concorsi riguardanti l’assunzione di personale medico e infermieristico fino al 31 dicembre 2019. “Nel decreto non ci sono tutte le norme che io e il Movimento avremmo voluto” ha concluso la Grillo, “ma mi impegno a portare avanti le nostre battaglie per la Sanità” facendo riferimento in particolare al superamento del tetto dell’1,4% per il personale in merito alle assunzioni di cui a suo dire il Servizio Sanitario Nazionale ha urgente bisogno.



© RIPRODUZIONE RISERVATA