Serena Autieri/ “Vivo la mia fede senza bigottismo. Sul buddismo…”

- Carmine Massimo Balsamo

Serena Autieri senza filtri tra carriera e vita privata: “Mai ricevuto avance, il mio apparire algida forse mi ha aiutata”.

serena autieri
Serena Autieri (La7)
Pubblicità

Tra le attrici più amate d’Italia, Serena Autieri si è raccontata a 360° in una lunga intervista rilasciata ai microfoni de La Verità. Artista a tutto tondo, la bella partenopea ha parlato del suo primo album (Anima soul, ndr) e l’esperienza sul palco all’incontro di Papa Wojtyla con i giovani di tutto il mondo nel 1997: «Cercavano voci giovani e qualcuno, forse i miei stessi discografici, segnalò il mio disco. Che evidentemente fu apprezzato, visto che fui convocata». La Autieri ha poi parlato dell’incontro con il pontefice polacco: «Come andò? Inizialmente un disastro. Lui era assiso sulla sua sedia, io vado al microfono emozionata e intimidita. Parte la base musicale e io muta, senza fiato. Non riuscivo a emettere suoni. Mi richiamano nel backstage, bevo un tè caldo e torno sul palco. Fu un piccolo trauma che ho fortunatamente subito superato». Una battuta sull’avvicinamento al buddismo di cui parlò qualche anno fa: «Nessun “avvicinamento”. La mia era una curiosità culturale, ho grande rispetto per tutte le discipline che riguardano la spiritualità. Senza che questo offuschi la mia fede, che vivo senza bigottismi».

Pubblicità

SERENA AUTIERI: “MAI RICEVUTO AVANCE”

Protagonista della nuova stagione della fortunata fiction “Un passo dal cielo”, Serena Autieri ha rivelato di aver scoperto dell’esperienza alla conduzione del Festival di Sanremo 2020 grazie al telegiornale: aveva fatto tutto Pippo Baudo senza che lei sapesse nulla. Un altro tema molto dibattuto nel mondo dello spettacolo è quello delle molestie, tra i numerosi casi in Italia ed il fenomeno #MeToo: «Mai avuto proposte o pressioni “indecenti”? Credo che ogni donna sappia quali segnali può lanciare per indicare una eventuale disponibilità, e come invece comportarsi perché non ci sia possibilità di fraintendimenti. Parlo per me: io non ho mai ricevuto avance, pressioni o proposte indecenti forse anche perché, in presenza di ammiccamenti o battutine, ho sempre mantenuto le distanze circoscrivendo i rapporti all’ambito professionale. In questo, il mio apparire algida probabilmente mi ha aiutata».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità