Sondaggi politici/ Crisi governo, 50% sta con Conte. Leader: Speranza 38%, Meloni…

- Carmine Massimo Balsamo

Sondaggi politici, italiani divisi sulla durata dell’esecutivo giallorosso: per il 32% durerà fino al 2023, per un altro 32% solo pochi mesi

sondaggi politici
Il Premier Giuseppe Conte alla Camera (LaPresse)

Dopo aver analizzato la supermedia di Youtrend, passiamo ai sondaggi politici di Ipsos per il Corriere della Sera. L’istituto di Nando Pagnoncelli ha acceso i riflettori sulla crisi di governo in corso in questi giorni e c’è un dato che non passa inosservato: la maggioranza degli intervistati non ha compreso le ragioni di questa rottura. Nel dettaglio, il 42% non ha capito le motivazioni della crisi, mentre il 38% ha le idee chiare. Il restante 20% ha preferito non rispondere.

Una crisi di governo scoppiata a causa dello scontro tra il premier Conte e il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, e gli intervistati sostengono le posizioni del primo: un italiano su due, il 50%, si è riconosciuto maggiormente nelle tesi del giurista, mentre solo il 14% in quelle del senatore di Rignano. Il restante 36% ha preferito non prendere posizione.

SONDAGGI POLITICI: I DATI SULLA CRISI DI GOVERNO

Nonostante i fatti delle ultime ore, i sondaggi politici di Ipsos per il Corriere della Sera segnalano il rialzo del gradimento nei confronti del governo: 51%, +2% rispetto a un mese fa. In calo, invece, il gradimento nei confronti del premier Giuseppe Conte: dal 57% al 56%. Ma che fine farà il governo secondo gli italiani? Per il 32% durerà fino alla fine della legislatura, mentre per un altro 32% solo pochi mesi. Per il 9% durerà poche settimane, mentre il restante 27% ha preferito non rispondere alla domanda.

Passiamo adesso ai sondaggi politici sul gradimento per i leader. In prima posizione troviamo il ministro della Salute Speranza: l’esponente di Leu è al 38%, +3% rispetto a un mese fa. Bene anche Meloni con il 35% (+1%), mentre Salvini perde il 2% e scende al 29%, stessa percentuale di  Zingaretti e Franceschini. Subito dopo troviamo Berlusconi al 27% (+1%), Calenda al 27% (-1%), Bonino al 26% (+1%), Di Maio al 6% (=) e Toti al 25% (+2%). Fanalino di coda di questa classifica è Renzi: il leader di Iv è al 12%, +1% rispetto a un mese fa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA