Stefano Nones Orfei aggredito due volte dalle tigri/ Dal rischio di morire al matrimonio con Brigitta Boccoli

- Elisa Porcelluzzi

Stefano Nones Orfei e Brigitta Boccoli hanno due figli, Manfredi e Brando. Il domatore è stato aggredito due volte dalle sue tigri, rischiando la vita.

stefano orfei brigitta boccoli vienidame 640x300
Stefano Orfei e Brigitta Boccoli a Vieni da me

Stefano Nones Orfei, figlio di Moira Orfei e Walter Nones, è un domatore di tigri. Nella sua lunga carriera circense, Stefano è stato aggredito due volte dalle sue tigri. La prima nel luglio del 2006. Stefano Orfei, prima dell’inizio dello spettacolo, era entrato all’interno della gabbia della tigre per fare le normali operazioni di pulizia e rifocillare l’animale. La tigre, improvvisamente, lo ha aggredito. Davinder Sngh, domatore indiano di 24 anni, è intervenuto per soccorrere Orfei, venendo a sua volta aggredito. Il giovane, gravemente ferito, è morto 18 giorni dopo in ospedale. La seconda aggressione risale al dicembre del 2009 quando nell’arena del circo una tigre, spaventata o infastidita dalla cappa nera che avvolgeva Stefano Orfei, lo ha azzannato alla spalla e al costato. In quell’occasione è stato salvato dal padre Walter: “Quando vide la reazione delle tigri, entrò nella gabbia e con un tubo di gomma riuscì ad allontanarle dal mio corpo, che però ne porta ancora i segni indelebili”, ha raccoanto Stefano a Il Giornale.

Stefano Nones Orfei: il matrimonio con Brigitta Boccoli e i due figli

Stefano Orfei è sposato dal 2008 con Brigitta Boccoli. Nello stesso anno sono diventati genitori del loro primo figlio, Manfredi. I due hanno cercato a lunga una seconda gravidanza e hanno anche perso un bambino: “Devo dirti che ne abbiamo perso uno qualche anno fa non l’ho mai detto. A un certo punto abbiamo detto ‘è rimasto troppo poco tempo, dobbiamo rivolgerci alla scienza”, ha raccontato tempo fa la Boccoli nel salotto di Barbara d’Urso. Nel 2019, grazie alla fecondazione assistita, Stefano e Brigitta sono diventati genitori per la seconda volta di Brando. Il percorso non è stato semplice e Brigitta ha fatto tre tentativi prima di riuscire a rimanere incinta: “La fecondazione assistita è stata faticosa e dolorosa”, con forti trattamenti ormonali che hanno avuto effetti tanto sul corpo quanto sull’umore”, ha raccontato al settimanale DiPiù, rivelando che il marito Stefano le è sempre stato vicino.



© RIPRODUZIONE RISERVATA