Susanna Biondo, moglie Fiorello/ “Non mi fa complimenti per piaggeria”

- Elisa Porcelluzzi

Susanna Biondo e Rosario Fiorello fanno coppia dal 1996. Sposati dal 2003, sono diventati genitori di Angelica nel 2006. “Non capisco chi parla del matrimonio come del patibolo”

Fiorello e la moglie Susanna Biondo
Fiorello e la moglie Susanna Biondo (Instagram)

Susanna Biondo è al fianco di Fiorello dal 1996, dopo la fine della relazione dello showman con Anna Falchi. I due si sono sposati il 14 giugno 2003, nella chiesa sconsacrata del Palatino, dopo sette anni di convivenza. Nel 2006 sono diventati genitori di Angelica. Susanna Biondo aveva già una figlia, Olivia, nata dal precedente matrimonio con l’imprenditore Edoardo Testa. “Ho sempre avuto un rapporto sereno con il padre biologico di Olivia. E le rare volte in cui lei se ne esce con la solita frase, banalissima “Tu non sei mio padre”, io sorrido e le rispondo: “È vero, non sono il tuo padre naturale, sono il tuo padre frizzante”…”, ha raccontato tempo fa il conduttore a Diva e Donna. Da sempre Susanna Biondo tiene un profilo basso, lontano dal mondo della televisione e dei social: “Se oggi sono tornato a essere un uomo normale, se ho capito che la mondanità va vissuta solo quando è strettamente necessaria, se ho imparato a bilanciare la mia vita distinguendo nettamente tra mondo dello spettacolo e quotidianità, devo dire grazie solo a Susanna”, ha confessato tempo fa Fiorello.

Susanna Biondo: la rinascita di Fiorello

Susanna Biondo, dopo la laurea, ha iniziato a lavorare presso l’azienda di famiglia occupandosi di servizi di doppiaggio e post-produzione. “Ha un carattere forte, sa dire le parole giuste al momento giusto. E se mi fa un complimento, non è per piaggeria o perché offuscata dall’amore: non ha paura di sottolineare le cose di me che non le piacciono”, ha detto Fiorello parlando della moglie sulle pagine di Vanity Fair. In una recente apparizione a Che tempo che fa, la spalla di Amadeus a Sanremo 2021 ha detto di aver rivalutato la vita matrimoniale grazie a Susanna: “Non capisco chi parla del matrimonio come del patibolo. Sembra che uno stia sempre chiuso in casa con le pantofole. E invece no. Il matrimonio va rivalutato, è uno stimolo a impegnarsi di più. È bello tornare a casa e sapere che c’è qualcuno che ti aspetta”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA