BANDIERE BLU 2019, CLASSIFICA DELLE SPIAGGE PIÙ BELLE D’ITALIA/ 183 Comuni premiati

- Carmine Massimo Balsamo

Bandiere Blu 2019, la classifica delle spiagge più belle d’Italia: Liguria al Top, seguono Toscana e Campania. 183 Comuni premiati, otto in più rispetto al 2018.

bandiere blu 2019
Immagini di repertorio (foto da Pixabay)

Sono 183 i Comuni italiani che vantano Bandiere Blu, otto in più rispetto a 12 mesi fa. Liguria al primo posto con grande soddisfazione dell’amministrazione regionale, ecco altre dichiarazioni del governatore Giovanni Toti a Tg Com 24: «La nostra regione si conferma al vertice nazionale, incrementa il suo bottino e stacca ulteriormente la seconda in classifica, la Toscana, ferma a 19. Si tratta della conferma di un percorso virtuoso fatto di valorizzazione delle nostre coste, attenzione all’ambiente e ai servizi, che viene premiato di anno in anno: grazie a questo il turismo ligure sta diventando sinonimo di turismo di qualità». Passando al Sud, il presidente per l’Italia di Fee Claudio Mazza ha sottolineato: «Il trend dei comuni costieri che vantano la Bandiera Blu è positivo, ogni anno aumentano. E se prima erano soprattutto al Nord, da tre anni stanno crescendo anche al Sud. La Campania ad esempio è diventata la terza regione per numero di Bandiere». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

BANDIERE BLU 2019, LIGURIA AL PRIMO POSTO

Bandiere Blu 2019, è disponibile la classifica con le 385 spiagge più belle d’Italia: assegnate dalla Foundation for Environmental Education (FEE), le Bandiere premiano ancora una volta la Liguria. Dopo il trionfo alle Bandiere Blu 2018, sono 30 le località liguri con i nuovi ingressi di Imperia, Riva ligure e Sanremo. Soddisfatto il governatore Giovanni Toti per guidare la classifica nazionale: «LIGURIA REGINA DELLE BANDIERE BLU! Nel 2019 la nostra regione cresce ancora e si conferma al primo posto in Italia, con 30 località Bandiera Blu e 3 nuovi ingressi rispetto al 2018. Avanti così, vi aspettiamo in Liguria». Subito dietro troviamo Toscana e Campania, rispettivamente con 19 e 18 Bandiere. Staccate le Marche, ferme a 15 località con due uscite e una new entry. La Sardegna è presente con 14 località, mentre la Puglia con 13. Seguono a ruota la Calabria con 11 località e l’Abruzzo con 10 Bandiere, vantando l’ingresso di un lago.

BANDIERE BLU 2019, LA CLASSIFICA

Una classifica più che positiva per l’Italia: 183 comuni, otto in più rispetto allo scorso anno. Dodici nuove spiagge e quattro uscite. Passando ai comuni non in doppia cifra, troviamo il Lazio con 9 Bandiere, il Veneto con 8 e Emilia Romagna e Sicilia con 7. La Basilicata, che vanta un nuovo ingresso, è a quota 5 Bandiere, mentre il Friuli conferma le 2 bandiere dello scorso anno. Infine, il Molise con 1 Bandiera. Passando ai laghi, troviamo 17 località: 10 Bandiere per il Trentino Alto Adige, 3 per il Piemonte, 1 per Lombardia e la new entry Abruzzo. Numeri importanti per l’Italia, dunque, che con le sue 385 spiagge rappresenta circa il 10 per cento di quelle premiate a livello mondiale. «Annunciamo con soddisfazione, anche per il 2019, un aumento di Comuni Bandiera Blu, ben 183. Quella di Bandiera Blu è una filosofia dei piccoli passi ma cose molto concrete, che nel tempo determinano il cambiamento» le parole di Claudio Mazza, presidente della Fee Italia, riportate da La Stampa.

“BANDIERA BLU ESORTAZIONE A MIGLIORARE”

Prosegue Claudio Mazza: «I Comuni in grado di conservare il proprio patrimonio ambientale e di saperlo promuovere mostrano già di essere quelli maggiormente appetibili per il turismo, turismo che dovrà inevitabilmente riferirsi a parametri di sostenibilità sempre più stringenti per potersi rinnovare e creare benessere». Queste, invece, le parole di Stefano Laporta, presidente Ispra e Snpa: «Il riconoscimento non è soltanto un’etichetta, ma un’esortazione a migliorare e a promuovere la cultura ambientale e il segno evidente che turismo e sostenibilità possono e devono andare di pari passo e coniugarsi, affinché tale assegnazione assuma il doppio valore di riconoscimento e di educazione alla tutela dell’ambiente. Il nostro è un Paese dove forte è l’impronta turistica e diventa fondamentale diffondere stili di vita che vadano nella direzione dell’economia circolare e del rispetto dell’ambiente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA