Ultime notizie/ Oggi ultim’ora coronavirus: Merkel-Von der Leyen “Recovery priorità”

- Fabio Belli

Ultime notizie, ultim’ora oggi: crisi coronavirus, semestre europeo Germania “Recovery Fund è la priorità”, rilanciano Merkel e Von der Leyen

Von der Leyen Merkel Germania Ue
Ursula Von der Leyen e Angela Merkel (LaPresse)

Davanti all’emergenza coronavirus l’Europa deve ripartire da una condivisione totale degli aiuti messi in campo dalla Commissione Europea: «I prossimi sei mesi saranno determinanti per il futuro Ue. Dobbiamo forgiare un accordo per il Next generation Ue e per il bilancio pluriennale al Consiglio europeo e dobbiamo essere sicuri che questo pacchetto sia approvato dal Parlamento Ue e ratificato dagli stati membri», ha spiegato oggi la Presidente Ursula Von der Leyen presentando assieme ad Angela Merkel il nuovo semestre europeo a guida Germania. «C’è una enorme pressione sul tempo, e la crisi che determina il ritmo, ogni giorni perso le persone perderanno il lavoro, ci sarà un indebolimento delle nostre economie, ogni singolo giorno conta», conclude la n.1 della Commissione. Di contro, la cancelliera tedesca lancia un appello-invito a tutti i Paesi Ue impegnati nei prossimi giorni al negoziato sul Recovery Fund e sul Quadro Pluriennale del bilancio europeo: «Deve esserci comunque per questa estate un accordo, non so immaginare un’altra variante». L’intento della Merkel è quello di trovare un accordo già il prossimo 17 luglio nel Consiglio Ue, «ma se non ci sarà dobbiamo continuare a lavorare». È poi ancora la Von der Leyen a commentare «Abbiamo avuto una crisi senza precedenti che necessita risposta senza precedenti e la cosa che trovo positiva è che abbiamo visto che al Consiglio c’è una completa unanimità proprio su questo». (agg. di Niccolò Magnani)

Ultime notizie coronavirus Usa: record di casi, 53mila in 24 ore

Epidemia da coronavirus tutt’altro che finita negli Usa. Se da una parte le vittime stanno scemando, dall’altra, stanno aumentando i contagi. Basti pensare che nelle ultime 24 è stato registrato oltre oceano il record giornaliero di contagi, più di 50mila, per l’esattezza 52.982. Numeri drammatici che fanno capire come qualcosa non stia funzionando da quelle parti del mondo nella gestione della pandemia. Altra situazione gravissima è quella del Brasile, dove i morti sono stati più di mille nelle ultime 24 ore, con l’aggiunta di 46.712 nuovi infetti, per un totale di 60.632 vittime e un milione, 448mila e 753 positivi da quando è scoppiata l’emergenza. In totale nell’America Latina si sono verificati più di due milioni e seicento mila casi di positività, mentre le vittime hanno toccato quota 118.604. Fra le nazioni maggiormente attenzionate vi è il Messico, che ha fino ad ora registrato 231.770 casi ma con l’aggiunta di 28.510 vittime, seconda nazione dell’America Latina per numero di decessi. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie coronavirus Uk, 176 morti e 829 casi in 24 ore

Continua a preoccupare il coronavirus in Uk, nel Regno Unito. Stando agli ultimi dati forniti dalla Johns Hopkins University, nelle ultime 24 ore si sono registrati in quella parte del mondo ben 176 nuovi morti, con l’aggiunta di 829 nuovi infetti. Numeri che sono ben lontani dalla fase 3, tenendo conto ad esempio che in Italia le vittime ieri sono state “solo” 23 con l’aggiunta di 175 casi in più. Le notizie che giungono da oltre Manica fanno chiaramente capire come il virus sia una “bestia” difficile da debellare, e anche in altre zone del mondo sta continuando la coda dell’epidemia, come ad esempio in Giappone, precisamente a Tokyo, dove nella giornata di ieri sono stati segnalati 100 nuovi contagi in più, ed è la prima volta che succede da due mesi, precisamente dallo scorso 2 maggio. Dal 24 giugno ad oggi il dato dei casi giornalieri si è sempre assestato sui 50 ogni 24 ore, ma ieri è stata segnalata un’impennata. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, chiuso vertice su DL semplificazioni

Si è concluso oggi a Palazzo Chigi il vertice sulla serie di semplificazioni da apportare in Italia. Il nuovo Dl semplificazioni viene definito da Conte la madre di tutte riforme. Una serie di riforme in vari ambiti utili per far correre di nuovo in avanti il Paese durante la crisi da Covid-19. Il nuovo decreto Semplifica Italia va a creare un rafforzamento dei presidi della legalità, attraverso la proposta di introduzione della procedura negoziata senza banda. Le nuove misure sulla legalità sono accompagnate da specifiche norme in tema di antimafia, dal momento in cui saranno rafforzati i controlli e la pubblicazione degli atti in materia. Tra le ipotesi del Decreto Semplifica Italia si parla anche di un nuovo sistema semplificato per il calcolo dell’aliquota fiscale, in modo da ridurre per tutti i cittadini la pressione fiscale attuale dovuta alle tasse. Viene introdotto anche un’ulteriore proroga sulla scadenza delle carte di identità. Tutti i documenti in scadenza entro il 31 agosto o attualmente scaduti saranno considerati validi fino al 31 dicembre 2020.

ULTIME NOTIZIE, SCUOLA AL CENTRO DEL DIBATTITO PUBBLICO

La scuola torna al centro del dibattito pubblico, in vista della prossima riapertura a settembre. Afferma la ministra Azzolina che gli esami di maturità svolti in presenza sono stati una bella soddisfazione, ma la didattica a distanza non può sostituire la presenza. A causa dell’emergenza Covid-19 ha fatto si che il Governo erogasse 1 miliardo in più per i fondi destinati alla Pubblica Istruzione, di cui 150 milioni sono destinati agli istituti di istruzione privati. I nuovi fondi saranno utilizzati per garantire la riapertura in sicurezza delle scuole grazie all’acquisto di nuovi arredi per il distanziamento sociale. Parte dei fondi saranno invece destinati al personale scolastico, si potrebbe infatti arrivare ad un totale di nuove 50mila assunzioni fra insegnanti e personale Ata. Verrà potenziata anche la didattica a distanza grazie agli investimenti per la creazione della banda ultralarga negli edifici scolastici.

ULTIME NOTIZIE, SETTORE VACANZIERO IN CRISI PER IL COVID-19

Il Covid-19 ha portato con sè una crisi economica che ha colpito in modo particolare il settore delle vacanze. Il week end che apre la stagione infatti ha registrato un bassissimo numero di entrate nei lidi, complici sia il Covid che l’arrivo del maltempo. Molti lidi sono stati colpiti così duramente al punto che hanno deciso di non riaprire al momento, se non per tutta l’estate. Mancano ancora in molte zone le concessioni necessarie alla riapertura. Decisione che si ripercuote su migliaia di contratti di lavoratori, stagionali e non solo, che sono stati costretti a rimanere a casa. Tuttavia il maltempo sembra solo passeggero perché l’emergenza Covid-19 ha spinto molti turisti a non uscire dall’Italia e a trascorrere le proprie vacanze nel Paese. Sono allo stesso modo incoraggianti i numeri delle prenotazioni: molti lidi infatti registrano il pieno per i fine settimana nei mesi di luglio e agosto, un buon dato considerando che gli incassi della domenica sono fondamentali per la stagione estiva.


© RIPRODUZIONE RISERVATA