MILAN-LECCE/ Vittoria e prove di fuga, i rossoneri non sono imbattibili ma…

- Filippo Costa

Il Milan batte il Lecce a San Siro e, grazie all’ennesimo pareggio della Juventus, allunga a quattro punti il suo vantaggio in classifica sui bianconeri. Il commento di FILIPPO COSTA

Ibrahimovic_BracciaR400
Zlatan Ibrahimovic, attaccante Milan (Foto Infophoto)

Prove di fuga per il Milan, che grazie alla vittoria conquistata oggi sul Lecce, e il contemporaneo pareggio della Juventus in casa del Genoa, allunga il suo vantaggio a quattro punti nei confronti degli uomini di Antonio Conte. La “pareggite” dei bianconeri alimenta quindi le speranze dei rossoneri. Un segnale chiaro che l’imbattibilità in campionato può costare veramente cara. Gli uomini di Massimiliano Allegri dovranno comunque cercare di non perdere la concentrazione sull’obiettivo. Lo si è visto chiaramente nel match di Londra, quando il Milan è entrato molle in campo ed è stato messo sotto con estrema facilità. Anche oggi, dopo aver trovato il vantaggio lampo con Antonio Nocerino, il Lecce è riuscito a spingersi fin troppo in avanti. Per fortuna Christian Abbiati non ha mai corso pericoli reali e ci ha pensato poi Zlatan Ibrahimovic a segnare il gol della tranquillità.

Le due reti rossonere sono arrivate con due azioni fotocopia: lancio in area con Ibrahimovic e Urby Emanuelson rapidi a far sponda servendo palla all’indietro per un compagno pronto a colpire verso la porta. Gli automatismi e i meccanismi di gioco sembrano funzionare bene, sempre che gli uomini siano in forma. In questo senso lo svedese e l’olandese stanno dimostrando di essere in buona condizione sia al tiro che in fase di suggerimento e di costruzione di gioco. Emanuelson, in particolare, sembra aver trovato la posizione giusta in campo, che non sia quella di terzino. Staremo a vedere se potrà mantenerla quando Kevin Prince Boateng tornerà a disposizione di Massimiliano Allegri.

Danno poi ottime garanzie Mark Van Bommel e Antonio Nocerino a centrocampo: il primo nel dare man forte alla difesa e nel fermare le avanzate avversarie, il secondo nel farsi trovare pronto in area. Oggi per lui è arrivata la rete numero nove in campionato e non sarà difficile arrivare in doppia cifra entro la fine.

In difesa, invece, se non è mai una sorpresa la prestazione “senza macchia” di Thiago Silva, lo è certamente quella di Daniele Bonera, capace di non farsi superare dagli attacchi avversari e di non far rimpiangere, almeno quest’oggi, Philippe Mexes.

Sabato prossimo ci sarà un nuovo duello a distanza davvero interessante. Prima scenderà in campo il Milan a Parma, un campo non facile. Poi toccherà alla Juventus affrontare in trasferta la Fiorentina: una partita che, vista la storica rivalità tra le due squadre, promette di essere emozionante. Se oggi ci sono state le prove di fuga, tra una settimana vedremo se questa andrà in porto. Senza dimenticare che il 20 marzo Milan e Juventus si affronteranno di nuovo per la Coppa Italia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori