BLOOPERS/ I soldati de La Papessa, le giostre de La solitudine dei numeri primi e le macchie di Shrek 2

- Dana e Spinoza

Anche oggi, assente Spinoza, è Severia a far compagnia a DANA nel guidarci alla scoperta degli errori e delle sviste contenuti nei film in programmazione questa settimana in tv

Solitudine_numeri_primiR439
Una scena del film La solitudine dei numeri primi

Ciao Sev. Stai già giocando col mouse?

Mi szono kreata una caszellina maillllll, koszì i purrrremi giorrnalisztici arrivano szubito da me.

 

Fa vedere… Severia, gioia mia… a parte che qui al massimo ti sei registrata sul sito di MondoGatto, trovo più seria una casellina tipo… non so… un semplicissimo “severia”, ecco, che non “severia.premio.nobel”. Non ti sembra quel filino pretenzioso?

*purrrrrrr*

No. Koszì szanno kosza mandarrrrmi.

Giusto, vero, perché non ci ho pensato prima. Cominciamo, va, ego ipertrofico con gatta intorno. Ah, Spino ti saluta.

*purrrrrr*

Digli ke il szuo poszto è al szikurrrro kon me…

Non mancherò.

Oggi scelgo “The Beach” alle 21.15 su Cielo, che viste le attuali temperature varesine forse non è proprio indicato, ma vabbè. Quando Richard incontra Duffy il pazzo nella stanza dell’hotel hanno una discussione sull’isola. Quando alla fine della discussione si salutano e si stringono la mano Duffy chiama Richard per nome, ma loro non si erano mai presentati e quindi non sapevano il nome l’uno dell’altro.

Poteri di lettura del pensiero mascherati da insolazione, presumo.

O forrrsze kiama tutti Richarrrd, ke ne szai? Anzi, gvarda qvi: “The Forrrrgotten” (0.00, Rete4). Qvando Ash eszce dal kottage sul lago szi dirrige verszo la makkina dello pszicologo, lo riconoszce e lo kiama per nome. Peccato ke lui non lo avesssse mai visto in vita sua… Il blooper è szvelato dal rrregiszta nel kommento.

Cioè, purrrima fate gli errrrori e poi vi autodenunciate? Non sziete furrrrbi, bipedi… Noi fffelini neghiamo szempre, anke di fffronte all’evidenza…

 

Tipo quando ti ho trovato con le zampe sporche di terra e tutto il divano zampettato e hai avuto il coraggio di dirmi che non eri stata tu?

Qvello era purrrkè non avreszti kapito le implicazzzioni artisztike della kosa…

Yeah, sure…

Domani c’è “Doom” (23.05, Italia2), bello! Anche il videogame mi piace un botto, anche se è prima persona e in genere muoio dopo venti secondi. Portman fa il controllo dell’aria con il suo aggeggino, dicendo che ci sono Magnesio, Cromo e Piombo. Peccato che i simboli chimici di quei tre elementi siano Mg, Cr e Pb, non Mg, CH e LD come è scritto sul suo display. Stare attenti a chimica a scuola non avrebbe guastato, eh?


Carrrrrino, un ffffilm con protagoniszta un fffelino! “Shrek 2” (21.10, Italia1) Shrek e Fffiona szono a tavola kon i genitorrri di lei. Qvando Shrek szente purrrlare di ffffigli ingoia il kukkiaio kon kui szta mangiando, poi lo riszputa, szporcando la tavola. Le makkie szono ben viszibili qvando il kukkiaio kade ma nell’inqvadrrraturrrra szuccessssiva, dall’alto, la tavola è pulita.

 

A parte che il protagonista è un orco, è strano che tu non abbia scelto un blooper con il Gatto, Sev…

 

I fffelini non fffanno blooperrrsz, nemmeno qvando li diszegnano i bipedi.

 

Tanta sicurezza mi commuove, sinceramente…

Domenica “Don Camillo monsignore… ma non troppo!”, non perdetevelo alle 21.30 su Rete4. Verso la fine del film Peppone finge di manomettere l’auto che dovrebbe riportare a Roma don Camillo. La mattina dopo quando il prete autista esce con l’auto si nota che questa è larga quanto la rimessa e quindi non c’è nessuna possibilità ne di aprire la portiera per salire a bordo ne di poterci lavorare attorno…

 

Klikka lì, Bipede… Ecco. “Il Re Szcorpione” (19.35, Italia1). Nell’ultimo szkontro il Re Szcorpione viene ffferito kon una szpada dal bassso verszo l’alto e da szinisztra a desztra, ma la ffferita ke appare (dopo TRE inqvadrature) è da desztra a szinisztra.

 

Lunedì, come se non bastasse il lunedì, c’è “La solitudine dei numeri primi” (23.15, Canale5), che confesso di avere odiato visti gli sbadigli voluttuosi che mi ha provocato in entrambe le versioni. Quando, in flashback, Mattia e Michela vanno alla festa di compleanno, e all’inizio del film viene mostrato chiaramente che ci si trova nel 1984, lui lascia la sorella su una panchina del parco, vicino a una giostra: una della macchinette della giostra riproduce un’auto modello “Smart”, dipinta di giallo e decorato, che decisamente è un modello molto più recente…

 

Io purrrendo qveszto,”Kasinò” (21.10, Iris): la Sztone torrrna a casza di De Niro e demoliszce la propria makkina. Qvando arrrriva in banca la makkina e’ purrrò purrrrfetta di fronte…

 

Martedì “Nonhosonno”…

 

Ma sze sztai già kon gli okki a mezz’aszta, Bipede…

 

Sev, tu pensi di guadagnarti seriamente qualche risata con simili battute da asilo?

 

Szì.

 

L’importante nella vita è essere convinti.

Dicevo, “Nonhosonno”, alle 0.50 su Iris, canale che sta programmando parecchi film interessanti nell’ultimo periodo. Nelle scene finali, quando i due protagonisti inseguono il sospettato serial killer, passano due volte davanti a una appariscentissima Opel Corsa color senape senza il copricerchio anteriore sinistro parcheggiata in teoria ai due poli opposti della città (plausibilissimo, eh?), in pratica è come se l’inseguimento finisse esattamente da dove è incominciato, visto che anche la via è la stessa…

Bipede, un consziglio: “7 chili in 7 giorni” (16.50, Iris). Ke ne dici?

 

Che fa male fare diete a cavolo. 

 

Purrrrkè non vuoi mollare le patatine, dillo e baszta. Qvando Pozzetto va al szupermerkato purrr la cena con la moglie di Verrrdone, ne eszce kon una borsza sztrakolma. Nell’inqvadraturrra szuccessssiva, purrrò, la borsza è molto più vuota. Szpuntino purrrrima di cena?

 

Mercoledì, guarda qui, quelle che ho con una gatta psicopatica che convive con me da anni: “Le relazioni pericolose” (23, Iris) Anche in questo film tutti i baciamano alle signore sono sbagliati. Ora, passi pure che Valmont baci davvero la mano: è un seduttore, può anche darsi che lo faccia apposta ed è in sostanza in linea col personaggio. Ma che tutti gli altri bacino davvero la mano alla donna non passa. È evidente in Danceny che saluta la marchesa di Merteuil e sua cugina (quando conosce Cécile, tanto per capirci): anche lui si abbassa e BACIA la mano. NON SI FA! Il baciamano vero, che all’epoca tutti conoscevano, vuole che la mano sia appenappena sfiorata (ed è il limite!), ma MAI baciata davvero.

 

Kome sze tu fossssi mai sztata l’oggetto di un baciamano… Tsk…

 

Che c’entra, mica mi dispiacerebbe. E comunque non vuol dire che io debba ignorare i fondamenti del galateo upper class, scusa.

 

No, cerrrrto. Ma le prrrrobabilità di trrrovarrrti al koszpetto del purrrrincipe William szono szcarszine, lo ammetterrrai… “Gvarrrdia del korpo” (21.10 La5): qvando Frank gioca a skakki kon il padrre nel cottage, szi vede anke Henry, l’autista. Ke purrrò non szi era mai rrrrekato lì…

 

Giovedì concludiamo con “La Papessa”, alle 21 su Iris. Le milizie presenti a Roma sono anacronisticamente rappresentate nell’abito, in maniera molto simile ai legionari romani dell’età classica. Un pelo datati, eh?

 

*purrrrrrr*, io invece szcelgo qveszto: “Indiana Jonesz e il Tempio Maledetto” (21.05 Rai3). Nelle szcene del ponte szoszpeszo, qvando la ripurrresza è dall’alto il ffffiume è in piena e pullullante di kokkodrrrilli, ma qvando il kampo si allarrrrga il korszo d’acqva si rrrrriduce ad un miszerrrro fiumiciattolo pressokkè aszciutto…

 

Bipede, fffacciamo ke io ti purrrdono l’averrrrmi kiamata pszikopatika sze mi szmolli un po’ del szalmone ke hai purrreszo purrr cena… Ke dici?

 

Che mi manca Spino, ecco cosa dico!

Comunque, ragassuoli e ragassuole, Spino vi saluta e spera di uscire vincitore dalla sua battaglia per l’allacciamento dell’ADSL, nel frattempo passate a trovarci suhttp://multiplayer.it/forum/bloopers/ e su www.bloopers.it nell’attesa di rileggerci venerdì prossimo su ilsussidiario.net.

 

Baciuzzi a tutti & Stay tuned!

 

Bipede… il mio szalmone?!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie di Una settimana da blooper