BLOOPERS/ La “doppietta” di Transformers, i numeri di Terminator e il tram de L’ultimo samurai

- Dana e Spinoza

Da Saw, a King Kong: DANA e SPINOZA, come di consueto, ci svelano tutti gli errori e le sviste sfuggiti ai registi dei film in onda nel corso della settimana televisiva

terminator_salvation
Terminator - Infophoto

Ciao Dana, Natale di austerity, regali autoprodotti. Niente code nei negozi, niente traffico, niente stress, niente spese inutili. Che ne dici? Guarda queste cartoline di auguri fatte a punto croce da me! Belle vero?

Punto… croce? ‘ste cose sembrano essere state *messe* in croce, c’è differenza…

All right! Anche se non approvi so che dentro di te approvi lo stesso, quindi mi comporterò come approvassi! E approviamo anche qualche blooper, sìsì!

Facciamo che ho capito, che a Ferragosto ho impegni, eh? Vai di bloopi, vah…

Oggi, Rai2 21.05 “Mary Poppins”. 56 errori, mica noccioline. Quando Mary Poppins rimette magicamente ordine nella cameretta dei bambini raddrizza 3 quadretti appesi alla parete… ma in una delle inquadrature successive sono nuovamente appesi male. Mmmm, quadri quadri… potrei fare dei quadretti con la pasta di sale!

Ma perché devi torturare anche la pasta di sale oltre alla pasta di mais? L’altra volta sembrava la stessi strozzando mentre tentavi di fare un cavolo di limone!

Pasta di mais e pasta di sale… c’è un abisso…

“Paura.com”, alle 21.10 su Rai4. Carino il titolo, chissà se esiste come sito… Come contenitore di blooper esiste, però, e segnalo uno degli errori tipici degli splatter movie: quando si fanno assassinii un tanto al chilo, si deve fare sempre attenzione agli attori che si scelgono, sennò fanno la fine della tipa morta stecchita nella vasca che, dimenticando evidentemente di essere morta, muove palesemente la bocca.

Domani, Rai3 21.05, “The guardian”. Quasi tutte le inquadrature a pelo d’acqua dei salvataggi presentano problemi di “fusione” tra sfondo e l’acqua presente nelle vasche dove erano immersi gli attori. Aver limitato con una semplice sfumatura (a volte si nota anche la differenza cromatica) la sovrapposizione tra acqua vera e fondale non ha portato a nulla di convincente. Neanche questi orecchini che ho fatto coi sassolini di fiume sembrano troppo convincenti, in realtà… l’idea però era forte…

Forte… eh… proprio… Ecco, guarda: “Terminator”, alle 21.30 su Italia2, giusto perché sembra la stessa cosa che hai fatto a quei sassolini… li hai terminati, proprio… Terminator cerca sull’ elenco i vari Connor in città e ne trova tre al 1823, 2816 e 309. Poi però va dritto sparato al 14239…

Domenica, Canale 5 21.30, “Il ciclone”. Alcuni secondi prima che Levante vada a sbattere con il motorino, le ballerine sono davanti alla panchina in mezzo alla strada, ma appena Levante supera quella panchina con il motorino, le ballerine e gli altri sono i posizioni diverse e messi in fila ai lati del garage. Si chiama Levante, forse le ballerine si sono “levate”. Ahahah… ahah… ah. Che posso regalare ai miei? Qualcosa di utile, un reggi-candelabro di carta, tipo…

 

O anche un semplice “Tanti auguri”, che dici? Non può funzionare meglio? Scelgo uno dei miei film preferiti, segnalando un errore talmente macroscopico che mi stupisco di non averlo visto prima: “Stand by me”, alle 21 su Iris. Quando i ragazzini arrivano al ponte della ferrovia verso l’inizio del viaggio, si vedono chiaramente due binari dietro di loro. Infatti davanti a loro c’è uno scambio. Il problema è che lo scambio parte dal bel mezzo della strada ferrata, senza collegamenti coi binari che dovrebbe scambiare! Il treno che fa, vola? Fa trrrrrrrrrrrrrrrrrrrr e poi deraglia? Mah…

 

Altra idea spettacolare! Porta uova a la coque in cartapesta! Genio! Mi ci metto subitissimo!

 

Spino… per favore… cosa ti hanno fatto quelli che riceveranno ‘sti cosi? Pensa ai bloopers, pensa, ti prego…

 

Eh? Ah i bloopers, già. Ma non siamo già a giovedì? “Il ciclone” non era il filmaccio all’italiana?

 

No, ed è pure carino.

 

Sarà. E va bene: lunedì, Canale 5 23.30, “Codice d’onore”. Più volte nel film si fa riferimento alle sei della mattina dicendo le zero-zero-sei anziché le zero-sei-zero-zero.

Ma chi è che dice così le sei del mattino?

 

Boh, i militari, che devono sempre fare gli originali.

 

Alle 21.30 su Italia2 troviamo “Un ponte per Terabithia”, film che mi ha annoiato a biscia, peraltro. Salvo per un errore carino carino: la sorella del protagonista dice di amare i fiori rossi… e infatti nella serra coltiva i fiori viola. Dice anche di volere solo i fiori rossi… e altrettanto ovviamente prende i fiori viola. Daltonica?

 

Che hai contro i daltonici? Martedì, Retequattro 21.10, “L’ultimo samurai”. Anche qua, 33 errori, neanche pochi. All’inizio del film vediamo la San Francisco del 1876 con i caratteristici tram che vanno avanti e indietro. Peccato solo che all’epoca, nella città californiana non esisteva ancora una rete tranviaria!! Per la morosa? Dei sandali alla romana fatti con la canapa? Dici che sentirà freddo?

 

Dico che tu sentirai freddo quando lei uscirà da casa tua modello uragano Katrina… Alle 0.25 su Rete4 c’è un fantastico “Intervista col vampiro”, che vale la pena di vedere. Louis è alla taverna dove viene accusato di barare, quando cade mostra un paio di pantaloni neri con calzettoni bianchi che arrivano all’altezza delle ginocchia come vuole la moda dell’epoca (1791), mentre quando esce porta dei pantaloni rossi con stivali di pelle che arrivano sotto al ginocchio.

 

Mercoledì, Italia 1 21.10, “Transformers”. Qua con gli errori veleggiamo sopra i 60, eh. Uno doppio: l’agente dell’S7 parla col Segretario della Difesa e gli dice: “Penso che ricorderà che qualche anno fa il JLP della NASA perse il Mars Rover Beagle 2”. L’acronimo JLP è sbagliato, quello corretto è JPL, che sta per Jet Propulsion Laboratory. Inoltre, Il Beagle 2 non era americano ma europeo, dell’ESA. Anche quello l’hanno fatto a mano, tant’è che è precipitato perché un pezzo del razzo ragionava in metri l’altro in piedi e iarde… Lo facessi io da solo farei meglio. Lo facessi io… ehi! Grande idea! Faccio il Beagle 2!

Non so se sai cos’è un “beagle” in dialetto milanese… uhm… forse è meglio se non te lo spiego, eh?

 

Dicevamo. Alle 21.10 su Rai1 c’è un classicone: “Pretty Woman”, film adorato da stuoli di donne e ferocemente odiato da stuoli di uomini. Quando Julia Roberts getta via le scarpe durante una partita di polo si nota che ha entrambi gli alluci incerottati. Tuttavia, di ritorno al suo albergo, la Roberts si sfila nuovamente le scarpe e, in un primo piano ai suoi piedi, ci mostra gli alluci senza cerotti. Come guariscono in fretta le vesciche, quando una si diverte…

 

Giovedì, giorno di filmacci, stavolta sul serio. Su Iris alle 17.40 c’è “Il generale dorme in piedi”, dove la femme fatale è nientepopodimeno che Mariangela Melato (almeno dalla locandina). Nel corso della scena in cui i bersaglieri vengono fatti correre fino allo sfinimento a causa della crisi catatonica di Pigna, la luce naturale cambia più volte di orientamento.

 

“The Mist”, alle 23.15 su RaiMovie. L’impronta della mano insanguinata che il soldato lascia sul vetro della porta d’ingresso non è la stessa nelle due inquadrature.

 

Mi mancano ancora i regali per i nipotini. Ci penso un po’ sopra. Forse dei bandana ricamati all’uncinetto…

 

Ma che fortunelli… Ragassuoli, vi prego in ginocchio: piuttosto, una stretta di mano e tanti auguri, che fate più bella figura… Nel frattempo ci vediamo venerdì prossimo su ilsussidiario.net e quando volete su www.bloopers.it  e su http://multiplayer.it/forum/bloopers/. Ciao & Stay tuned!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie di Una settimana da blooper