BLOOPERS/ Gli occhiali di Scream, il tubo de La fabbrica di cioccolato e il bicchiere di Remember me

- Dana e Spinoza

DANA & SPINOZA tornano con la loro rassegna di bloopers, ovvero gli errori contenuti nella settimana cinematografica, identificabili esclusivamente da occhi esperti

lafabbricadicioccolatoR439
Una scena del film La fabbrica di cioccolato

Ecco fatto, arriva l’inverno, o quanto meno l’autunno, e arrivano i primi raffreddori di stagione. AAAAaciù! No, uffa, non ne sentivo davvero la mancanza…

Ikkia, come sei fragilino… un po’ di arance?

Ma non lo so dov’è che sbaglio, faccio tutto giusto… dopo tutto i 16 gradi sono la temperatura ideale per girare in t-shirt, lo sanno tutti!

Ma anche sì, se tu avessi lo strato isolante di un capodoglio, cosa che vivaddio! non hai.

Bah, cominciamo oggi venerdì su Italia7gold alle 22.45 con “La maschera di fango”, westernone d’altri tempi. E d’altri tempi sono gli errori: la faccia di Pete Elm/Lon Chaney durante la battaglia con i ribelli e l’esercito (quando guida la mandria) a seconda dell’inquadratura alle volte è sporca e alle volte è pulita.

D’altri tempi… certi errori sono sempre di grandissima attualità.

“Star Trek – Generazioni”, alle 21.10 su Rai4, presenta appunto altri tempi. Il Nexus passa attraverso la nostra galassia ogni 39 anni circa. Viste le dimensioni della Via Lattea, esso deve dunque viaggiare a una velocità maggiore di quella della luce; quando però transita nei pressi del pianeta Veridiano III, sembra che stia andando a velocità sub-luce.

Chissà se mi è rimasto ancora dello sciroppo… non so se fa bene al raffreddore, ma contiene alcol e se ne bevo a sufficienza me ne dimentico. Mi vai a controllare nell’armadietto, dear?

Domani invece si vira sul softcore con “Miranda” di Tinto Brass, alle 21.10 su Cielo. Nessun errore pruriginoso: nella scena in cui John Foster è ubriaco, sul letto, con Serena Grandi, l’americano impugna un piccolo coltello e fa un buchino sulla coscia sinistra di Serena. Si forma una piccola ferita da cui esce del sangue, che macchia anche il coltello; nell’inquadratura successiva il sangue non c’è più, il buchino scompare e il coltello è senza punta.

Le famose lame emostatiche… Non sapevo le usasse anche Brass.

Alle 22.45 troviamo “30 giorni di buio” su Italia2. Eben, senza ragione, si ritrova la faccia (fino a poco prima pulita) sporca di sangue. Probabilmente si tratta di un errore di montaggio, dato che poco dopo si schizza con il sangue di un infetto.

E a proposito di infetti, dove kaiser sarebbe ‘sto sciroppo?! Ti ho ribaltato l’armadietto ma non c’è!

Come non lo trovi? È quello con la scritta “Amaro Lucano”….     

Domenica “L’amore ai tempi del colera”, su RaiMovie alle 21.15. L’errore più grossolano dell’intero film è un errore cronologico: quando il dottor Urbino gli chiede se ascolta musica, Florentino risponde che gli piace Carlos Gardel. Passa tanto tempo ancora e vediamo che l’amata Olimpia è morta nel 1899 (e poco dopo si festeggerà l’inizio del nuovo secolo). Ma Carlos Gardel è nato solo a fine ‘800 e ha cominciato a Novecento iniziato, esplodendo poi negli anni ‘10!

Un bambino prodigio?

Certo, ovvio, come no… è la nuova versione del lattino con il rum prima della nanna? No, chiedo… Io intanto scelgo “Secret Window”, alle 21.15 su MTV. È la versione cine di “Finestra segreta, giardino segreto” di Stephen King, un autore parecchio cinematografico a quanto si nota. Scena in cui al motel Morter si sposta con l’auto dalla reception alla camera dove troverà sua moglie a letto con l’amante: esce dalla macchina chiudendo la portiera (il rumore si sente benissimo) e pochi istanti dopo magicamente la portiera è aperta.

Sarà stato Herbie…

Ahh, l’amaro, sento che fa già effetto… ne vuoi un sorso? Magari ti senti un po’ raffreddata anche tu?

 

Grazie, ma poi mi arrestano per guida in stato di ebbrezza e vaglielo a spiegare che è solo per il raffreddore…

 

Vecchioni ci ha provato, qualche giorno fa…

Lunedì “L’alba del pianeta delle scimmie”, per chi può sulla Tv Svizzera La1, alle 21.10. A circa 39’ Will e l’executive della compagnia stanno parlando in ascensore. Will gli chiede quanti farmaci salvavita la compagnia abbia sviluppato, e l’uomo lo guarda in maniera interrogativa e gli chiede “di che diavolo stai parlando?”. Allo stacco successivo l’uomo non sta più girato con la testa guardando Will (sono in ascensore, quindi fianco a fianco), ma sta guardando di fronte a sé.

 

Io invece bloopo “Scream”, alle 23 su MTV, gran bell’idea degenerata in una serie di sequel e una serie di satire di cui avremmo fatto volentieri a meno. Dopo la scena dell’aggressione di Sidney nei bagni della scuola, vediamo la giornalista Gale Weathers (Courteney Cox) fermare nel cortile il giovane vice-sceriffo Dewey Riley (David Arquette) e porgli qualche domanda: notate come gli occhiali da sole del poliziotto siano appesi alla camicia prima per la stanghetta destra, poi la sinistra e poi, dopo lo stacco sull’altoparlante della scuola, siano appesi ancora per la stanghetta destra (basta vedere il ponticello degli occhiali passare da sinistra a destra).

 

Altro goccetto, che come si dice, quel che non strozza ingrassa.

 

Tanto non guidi…

 

Martedì “Sapori e dissapori”, su Rete 4 alle 21.10. Mentre giocano a Monopoli, Kate prende un certo numero di biglietti di dollari dal centro del tabellone e li poggia vicino a sé, ma quando comincia a prendersi a cuscinate con la nipote, i biglietti ritornano al centro del tabellone di gioco.

Mi sa che qualcuno a questo gioco bara…

 

Chi non bara a Monopoli?!

“Remember Me”, alle 21.10 su La5, col dimenticabilissimo Robert Pattinson. Durante la cena con il padre e Ally, Tyler parlando continua a prendere il bicchiere di vino e bere, ma quando l’inquadratura passa da frontale a posteriore, la continuità dei movimenti si rompe, il bicchiere torna sul tavolo quando dovrebbe essere in mano e viceversa.

 

Mercoledì “Take shelter”, alle 21.10 su Rai 4. Non ho idea di cosa parli, ma c’è Michael “Boardwalk empire” Shannon e quindi va visto. Se possibile in originale. Dopo la crisi convulsiva, da un’inquadratura alla successiva scompare il cuscino insanguinato posto longitudinalmente lungo il fianco destro dell’attore.

Mi sa che questo sciroppino è un po’ troppo forte… hic!

Oh, really?

Alle 21.10 su Italia1 danno una pessimissima riedizione de “La fabbrica di cioccolato”, con Johnny Depp. La prima era splendida, questa… questa mi crea istinti omicidi ogni volta che vedo i bambini che saranno puniti. Blah. Insopportabili. Quando Augustus Gloop viene risucchiato nel tubo di cioccolato ha il viso completamente sporco, ma man mano che continua a salire nel tubo, il viso è pulito intorno agli occhi e alla bocca… ma come ha fatto,se aveva le mani bloccate?

 

Giovedì “Lo Gatto è una belva!” Il mitico “Il commissario Lo Gatto” torna a farci visita, su Iris alle 17.35. Più trash non si può: Vito Ragusa viene assunto in Rai come inviato speciale, ma sul microfono che utilizza in occasione del G7 (l’ultimo episodio del film) campeggia il logo di Canale 5. Forse che forse perché prodotto da Medusa?

 

Io prendo “La vera storia di Jack lo Squartatore – From Hell”, alle 21.10 su MTV. Ricordo però che questa, anche se il titolo lo dice, NON È la vera storia di Jackie, ma una IPOTESI di cosa e chi poteva essere ‘sto signore. Ondepercuiciò non vi mette a mandare bloopi del tipo: “Mannnòòòò! Cippalippa non poteva essere, perché hanno scoperto che era Lippacippa!” o anche “Cippalippa non poteva essere perché a quell’ora era in montagna con i figli e il cagnolino!” Ecco. Al regista piaceva che Cippalippa fosse Jack lo Squartatore e il titolista italiano non sapeva come rendere “From Hell” altrettanto bene. Infatti ha tirato fuori un blooper già nel titolo. Fatevene una ragione. Vi prego. L’ispettore interpretato da Depp, sfuggito dalla carrozza e dalle grinfie dei massoni, corre a perdifiato di notte nel tentativo di fermare Jack lo squartatore intenzionato a ucciderne l’amata. Solo che Depp non sapeva dove alloggiava l’amata stessa per sua stessa volontà. Quindi non si capisce dove corra. Probabilmente aveva bisogno di fare un po’ di sport.

 

Secondo me lo squartatore era Lippolippi.

Senti Danuccia, io mi vado a coricare che non mi sento granché… AAAATCIUM!!! Hic!

Saluti tu per favore… chiama un medico… o un esorcista…

 

Ecco, buona la seconda.

Ragassuoli, mi sa che mi tocca l’infermieristica, oggi. Vi aspetto per due chiacchiere consolatorie sul forum al solito link, su www.bloopers.it e anche settimana prossima su ilsussidiario.net.

Baciuz!

 

Spinoooo! Il solito esorcista è in ferie, cosa faccio? Chiamo direttamente i piani superiori o anche per stavolta resti fra noi mortali? No, chiedo…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori