BLOOPERS/ La salsa di Bruce Lee, i capelli di Di Caprio e il ballo di Jim Carrey

- Dana e Spinoza

Eccoci arrivati a un nuovo appuntamento con i bloopers, vale a dire tutti quegli errori che inevitabilmente le pellicole cinematografiche contengono. Li hanno scovati per noi DANA E SPINOZA

Maschera_FerroR439
Una scena del film La maschera di ferro

Ciao Dana, arrivano i mega pontoni-finesettimanalunghi!!! Guarda che spettacolo, ieri era il 25 aprile, ti prendi il 26 di ferie, poi 29 e 30 e c’è il 1 maggio. Tempo brutto però. Che si fa? Consigli? Non mi va di stare a casa a fare la maglia.

Tu? La maglia? A maggio? Ti porti avanti col lavoro per le sciarpine invernali? Non sarà il caso di trovarti un hobby meno impegnativo, con il caldo che farà?

Intanto che ci pensiamo vediamo di cominciare coi bloopers, che dici? Venerdì – oggi – iniziamo a bomba con “Aliens scontro finale”, su Cielo alle 21.10. Come prendere un ottimo film, “Alien”, farne un sequel completamente diverso e fare comunque un altro ottimo film. Chapeau. Però, di errori ce ne sono, eh sì, anche di differenze rispetto al primo film. Ad esempio, per tutto il film Kane, il componente della nave Nostromo del primo film, viene chiamato Crane. Cose strane.

A me non era granchè piaciuto, ti dirò.

Alle 22.45 su Iris troviamo “The protector” con Jackie Chan. Quando Billy e Michael vanno nel bar e si trovano coinvolti in una rapina, uno dei rapinatori scaraventa un cliente oltre il bancone, contro lo specchio: la posizione degli oggetti sul bancone e dietro di esso cambia a seconda dell’inquadratura; in particolare sparisce un boccale che era sul bancone e cambiano il numero di tazze appese e la loro posizione, in maniera non coerente con la dinamica della scena (l’uomo non ha toccato il bancone e da un’inquadratura è evidente che faccia cadere una sola tazza di quelle appese, colpendola con il piede).

Anche da me svaniscono bicchieri e tazze, salvo che non sono blooper e non so dove diavolo finscono… forse in una dimensione parallela…

Domani uh, uh, un film che non vedo da una vagonata di tempo: “The mask – Da zero a mito”, con la Cameron Diaz più bella di sempre. Su Italia 1 alle 21.10. Durante la scena del ballo con Tina della Maschera al Coco Bongo Club si vede nettamente che Jim utilizza un pattino in linea per scivolare meglio con il piede. Non è proprio un blooper, più che altro è una… necessità tecnica non mascherata!

Allora vediamo qualche museo, saranno aperti? “Museo delle palline di vetro”, “Museo del panettone andato a male”, “Museo dei telefonini”… niente di allettante…

Su, su… a Varese abbiamo avuto il museo delle mutande, interessa?

E già che ci sono ti metto “The mask 2”, alle 19.15 su Iris, così, tanto per fare il paio. A un certo punto il padre del bambino mezzo addormentato si alza per dargli da mangiare… appoggia sul comò il biberon e quando lo riprende, l’abat-jour è accesa con la lampadina a vista. La rompe e cerca di darla al bimbo come se fosse il biberon. Ma rompendo il vetro della lampadina è impossibile che rimanga accesa come invece avviene nel film… Infatti il filamento a contatto con l’ossigeno brucia completamente.

Domenica c’è di nuovo Aliens scontro finale, doveste esservelo perso. Ma noi ci tuffiamo, alle 23.30 su Rai 4, sul mitico “L’urlo di Chen terrorizza anche l’occidente”, l’unico film in cui Chuck Norris le prende. Se lo sapessero quelli di “Chuck Norris facts” non direbbero più che il babau prima di andare a dormire guarda sotto il letto per vedere se c’è Chuck Norris. In questo film è Bruce Lee il Chuck Norris della situazione. Infatti, avete mai fatto caso che nel mangiare le salse di pomodoro al ristorante Chen prende con il cucchiaio una salsa rossa ma ne mangia una bianca??? Bruce Lee facts.

Se ci fosse Chuck Norris potrebbe trasformare la pioggia in vino… almeno ti bagni ma ti ‘mbriachi pure!

 

Chuck Norris che le prende? Non c’è più religione e nemmeno ateismo…

Alle 21.30 su Canale5 troviamo “La maschera di ferro”, con Leo DiCaprio. Leo ha una caratteristica: in questo film è talmente topoloso, bellino e cuccioloso che invece di togliere la maschera e trovare un groviglio urendo e inguardabile sotto, toglie la maschera e di sotto trova dei morbidi capelli biondi che sono cresciuti artisticamente per non far sfigurare il suo dolce musino…

 

Lunedì “Platoon” (23.30 Rai Movie), giusto per andare sul leggero. Dopo l’ultima battaglia, un soldato di colore si ferisce alla coscia destra con una pugnalata. Quando è sull’elicottero per essere portato via, la coscia ferita è la sinistra  e anche la medicazione sembra proprio appiccicata alla buona: i pantaloni sono intatti. 

E a proposito di vestiti, ci vestiamo da Antartide e andiamo comunque a mare… cosa positiva: niente affollamento! Che ne dici?

 

Che odio il mare, ma per l’Artico posso fare un’eccezione.

Ma non è che in Antartide c’è affollamento di pinguini?

Alle 21.10 su Canale5 troviamo un film che è oggettivamente sui sovraffollamenti: “Bride Wars – La mia miglior nemica”. I matrimoni sono un evento terrificante, diciamolo apertamente, che tanto lo pensiamo tutti. Primi minuti, la sposa ha in mano il bouquet di fiori e un calice pieno. Poi è il momento del lancio del bouquet, lo tiene con entrambe le mani ma….dov’è finito il calice?

Lanciato anche lui?

 

Martedì, su Rai Movie alle 23.05, “I guerrieri della palude silenziosa”. Tutti filmetti tosti ci capitano. Uno dei soldati accende una torcia e la butta all’interno della baracca. Questa nel giro di pochi secondi salta in aria a causa della dinamite contenuta all’interno. Tenendo conto però che la dinamite si trovava in una cassa di legno, il tempo necessario perché questa prendesse fuoco doveva essere molto più lungo. Molto peggio: la dinamite, se non viene applicato il detonatore, non esplode, brucia e basta. Ovviamente la dinamite nelle casse è sempre priva di detonatore che viene applicato appena prima dell’uso…

Davvero? Ooooops… questo dovevano averli messi prima per risparmiare tempo dopo… no, eh?

Alle 21.10 su Rete4 troviamo “Il momento di uccidere”. Del resto si sa che c’è sempre un buon momento per tutto, perché non anche per uccidere? In tutto il film troviamo Matthew McConaghey che sfoggia uno splendido anello con una M (pur chiamandosi Jack Brigance…), anello che poi diventa con una splendida B… Mah.

 

Mercoledì 1 maggio – su coraggio – “Danny the dog”, sempre su Rai Movie alle 23.05. Danny va a prendere la ragazza a scuola e si fermano a parlare sulla gradinata. In alcuni stacchi frontali/dorsali lei è ora un gradino più in su, ora uno più in giù rispetto al ragazzo.

Per il primo maggio la tradizionale gita fuori porta? Ma se invece rimanessimo dentro porta ché fuori piove? 

 

Portati l’ombrello, dear. Gli inglesi hanno ragione quando sostengono che “Una gita con la pioggia non è una gita con il sole rovinata: è un’altra cosa e può essere anche più divertente.” (Tim Parks)

Alle 21.10 su TV2000 (ma esisterà davvero quel canale?) troviamo “Piccolo mondo antico”. Il giovane marchese Maironi, interpretato da Massimo Serato, suona spesso il pianoforte da virtuoso: ma le sue mani, incautamente inquadrate dal regista, hanno una loro vita indipendente e si rifiutano pervicacemente di essere nel punto in cui dovrebbero essere se suonassero quello che si sente, e per qualche secondo si fermano addirittura, mentre la musica prosegue imperterrita.

Adoro questo genere di errori, io…

 

Giovedì, per il solito appuntamento dei filmacci all’italiana (e per somma beffa e sommo sfregio, viste le previsioni…), prenderei “Abbronzatissimi”, alle 23.50 su Italia1. Jerry Calà, raggiunta in spiaggia Alba Parietti, butta via il cono gelato al cioccolato in favore di quello alla crema. Quando lei prende tale gelato con due dita e glielo spalma sul petto, a seconda che venga ripreso Calà o la Parietti, il livello del gelato sul cono cambia.

 

“Amori e incantesimi”, dai, alle 21.10 su La5, così ti ripigli. Per magia, direi. Quando Sandra Bullock disegna con la panna la stella sul petto dell’uomo morto, all’ultimo momento si vede che sta ricalcando una stella precedentemente disegnata.

Nemmeno i giochi erotici originali, fanno più…

 

Non lo so, a quel punto o ci pigliamo un aereo e andiamo ai tropici oppure ci rinuncio… saluta tu che sono troppo triste…

 

No, dai, non fare così.

Ti presto l’ombrello dei Puffi, che dici?

E anche voi, ragassuoli, su con la vita: ombrello, galosce… e via, tutti a saltare nelle pozzanghere di fango come fa la Peppa Pig dei cartoni che guardano i miei cuginetti. Fra un saltino e l’altro, poi, se volete venire a trovarci al nuovo link http://forum.multiplayer.it/forumdisplay.php?120-Bloopers e su www.bloopers.it, nell’attesa di rileggerci ancora su www.ilsussidiario.net.

Baciuzzi a tutti & stay tuned!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori