BLOOPERS/ L’armonica di Woody Allen, il computer di Carlo Verdone e la cena di Grace Kelly

- Dana e Spinoza

Torna anche questa settimana un nuovo appuntamento con DANA e SPINOZA e i bloopers della settimana, sviste ed errori contenuti nei film andati in onda di recente in televisione

woody_allen_r439
Woody Allen (Fonte Infophoto)

Spino… dearest…

Sei sempre tu, vero?

Certo che sono sempre io… perché?

No, è che dopo settimana scorsa un po’ mi sono preoccupata. Io porto la Sev a “ritrovare se stessa” in mezzo alle Orobie e tu che fai? Senti le voci e parli con gli alieni? Non è mica tanto normale nemmeno nel mondo di Harry Potter, eh?

Ero sicuro di aver solo pensato a voce alta… invece l’ho pure scritto…

No, tranquilla, era solo un sogno. Credo. Spero.

Allora, com’è andata per Severia nel “luogo da cui ha origine”?

 

Sev sta bene, grazie. Ha talmente ritrovato se stessa che ha anche litigato con uno scorpione (sì, ci sono gli scorpioni in Valtellina, l’ho scoperto anch’io settimana scorsa, quando me lo sono trovato sotto un ciocco nella legnaia) e ha vinto lei per KO tecnico.

No, per dire…

Quindi le origini di Severia sono… pungenti!

Tecnicamente le origini di Severia sono “sconosciute”, per cui si va per tentativi e vediamo dove si sente più “a casa”, divano e letto a casa mia esclusi.

E comunque ora basta, le vacanze sono finite, la gattaccia si è indubitabilmente ritrovata, io sono indubitabilmente tornata a casa grazie al suo GPS incorporato (io e il senso dell’orientamento siamo notoriamente due rette parallele…) ed è ora di ricominciare a blooperare. Ondeprecuiciò, ecco il primo bloopo della settimana, alle 21.10 su Iris con “Agents Secrets”, che vede insieme la coppia scoppiata dell’estate 2013, Monica Bellucci e Vincent Cassel, e annovera un errore geografico che nemmeno in seconda media: Riga è presentata come la capitale dell’Estonia, peccato che sia quella della Lettonia.

Del resto però, siamo sinceri… chi è che in Italia sa veramente le capitali di Lettoniaestonialituania? Eh?

RigaTallinnVilnius! Hovvintoquaccheccosa?

Vabbè, a cercare su Wiki son buon tutti.

In onore di Severia c’è “L’occhio del gatto”, su ClassTv alle 20.50. Nella scena finale della prima parte, si vede che il dito mignolo della signora è piegato, non tagliato. Quando prende il bicchiere si scorge anche un pezzetto di smalto rosso, cosa impossibile visto che dovrebbe mancarle metà dito!

Oh mamma. A quanto pare i felini non si limitano agli scorpioni…

Sev, te lo garantisco, no.

“Viaggi di nozze”, alle 21.10 su Canale5, per finire in bellezza un sabato potenzialmente di nozze se avete dei parenti particolarmente carogna, tipo una delle mie biscugine laterali tirolesi che si è gentilmente sposata di 31 agosto, giustappunto. Così, perché è bello sposarsi in estate. Che poi gli invitati finiscano come aragoste al vapore, che vuoi che sia. Qui vediamo come, ad essere vagamente intronato, non sia solo il papà di Giovannino. Poco dopo le nozze, infatti, Giovanni porta il padre a casa della madre. Lei lo invita a entrare e lo chiama Renato. Bon. Quando, verso la fine del film, il carabiniere chiede a Giovannino se è “De Berardi Giovanni, di Adelmo” lui risponde convinto di sì. Ma non si chiamava Renato?

Se mi sposo io, sarà attorno ad un qualche 10 dicembre. Signore copritevi, fate quel che volete, ma non ho intenzione di squagliarmi per voi.

C’è un Woody Allen di quando non faceva solo filmetti tutti uguali… forse il suo capolavoro, “Manhattan”, su La7D alle 22.45. A Woody, Mariel Hemingway regala, in un bar, un’armonica a bocca. Piccolina. L’armonica a bocca diventa più grossa nella scena della stanza, quando Woody ripensa alla ragazza e decide di raggiungerla.

 

Domenica… vediamo… già è un giorno sonnacchioso, non è il caso di scegliere film paccosi… ecco, ci manca giusto quello della Signora in Giallo, una che come si muoveva da casa accoppavano qualcuno, proprio una bella amica da invitare al pranzo coi suoceri… uhm… Ecco, dai, “30 giorni di buio”, su Italia2 alle 21.10, che ci mostra come i vampiri siano esseri veramente dalle mille risorse: ce n’è uno calvo, pensa, che defunge stritolato la scena prima (ma defunge proprio, non è che è solo tramortito, svenuto o forse se l’è cavata) e la scena dopo zap! È ancora in mezzo ai suoi colleghi, vegeto, viv… sì, vabbè, uhm… vitale, e garrulo.

Fyko!

 

Come uccidere uno zombi mi è sempre rimasto confuso e ostico.

 

Soprattutto quando è un vampiro…

 

Ore 21.10, Rai Movie, “Il mio miglior nemico”. Quando Achille chiude il PC sulla mano del marito della sua amante questo rimane un pò aperto. Inquadratura successiva il portatile è chiuso.

Muccino fa questo effetto anche a me. Se vedo un suo film sul portatile, magicamente questo si chiude da sé.

 

Ecco, lunedì ti presento “The one”, alle 21.10 su Rai4. Lo scelgo per assonanza con “The (other) …one”, l’idiota che ho incrociato a Livigno in orario di mezzogiorno e che, in perfetto romagnolo, si lamentava del fatto che non fosse possibile che in tutta la cittadina montana (2000m, Alpi Orobie, Livigno, ricordo…) non servissero un crescione. Del resto, chi non conosce il famosissimo crescione polenta e cervo? O quello più leggerino casera e bresaola? Magari la prossima volta che capito a Rimini provo a cercare se hanno da qualche baracchino un po’ di polenta taragna da portar via, sai mai… Comunque. Scena del salto del muro, dove dovrebbe trovarsi dell’autentico filo spinato: vediamo che il filo ha in realtà una controfigura in similgomma…

 

Anche io ho incrociato qualche romagnolo sulle Dolomiti… erano gli unici che invece di andare a piedi sui sentieri ci andavano in mountain bike… si sa che il romagnolo senza due ruote sotto il sedere soffre…

E visto che la Romagna, oltre che per il crescione, è famosa per le spiaggie… “The beach”, con DiCapriuzzo nostro. Ore 21.10, Cielo. Nella scena in cui il ragazzo di colore spiega le regole del gioco, Di Caprio ed il francese alzano rispettivamente la mano destra e sinistra a dimostrazione di non aver capito le regole stesse. nell’inquadratura successiva le mani alzate sono entrambe la sinistra…

 

Alle 21 di martedì su TopCrime troviamo un classicone: “La finestra sul cortile”, del Maestro. Grace Kelly fa entrare il fattorino del ristorante con la pappa. Notiamo però che il ristoratore deve averli fregati, perché il contenitore appare pateticamente vuoto…

 

Se lo sarà mangiato Hitch, che non era, notoriamente, una silfide.

Forse non “Lo chiamavano Bulldozer”, come Bud Spencer, ma quasi. Ore 21.10 Rete4. Quando Bud va a cercare Orso, lo colpisce nello stabilimento facendolo cadere e sbattere contro delle cabine per cambiarsi; queste cabine vedendole dall’esterno sono dotate di porte e di maniglie, ma quando Orso ci sbatte e le fa cadere a mo’ di domino si vede che le cabine aperte non hanno porte, infatti quelle esterne sono solo disegnate.

Mercoledì alle 21 su Cielo c’è un film che mi pare molto indicato: “Legion”, un film sugli angeli che si prendono a legnate. Logico, no? Vabbè. Quando arriva la macchina della simpatica vecchina vediamo uno splendido riflesso sulla lente della camera.

 

Possiamo chiedere spiegazioni a qualche religioso che ne sa di più, tipo “La carovana dei mormoni”, su Tv2000 alle 20.30. Lungi da me criticare il mitico John Ford, e probabilmente l’errore è dei doppiatori, ma poco dopo la partenza si scopre che la carovana si sta dirigendo a levante (cioè verso est) e non verso ovest. Nulla di più improbabile…

 

Giovedì scegliamo “Sfida senza regole”, alle 21.10 su Rai2. A un certo punto i 2 protagonisti dicono di avere, in 2, 120 anni di servizio. Verso la fine del film, quando DeNiro legge il taccuino di Pacino, dice che quest’ultimo ne ha 30. Ma allora lui ha 90 di servizio?

Oh, in caso, sono portati benissimo.

 

Per la trashata del giovedì ci sono i due trash per eccellenza del cinema italiano: Franco&Ciccio ne “I due deputati”, alle 13.50 su Iris. Franco va al lavoro con il suo ciclomotore: si sente però il rumore delle marce, cose che un ciclomotore a pedali come quello che guida non ha…

 

Spino, è finita anche questa settimana… Mi torna la malinconia di fine vacanze orobiche, porca paletta… Saluta tu, vah, che vado a farmi un bicchiere di rosso delle Alpi per tirarmi su. Anzi ne verso uno anche per te e comincio a mettere su i pizzoccheri. Se sei libero, ce li dividiamo.

 

I pizzoccheri li digerisco fra una settimana… giusto in tempo per la prossima puntata di “Una settimana da blooper”, qui su ilsussidiario.net! Certo che son libero, diamine!

Ah, e se non volete aspettare, venite ovviamente a trovarci quando volete su www.bloopers.it e il suo forum,http://forum.multiplayer.it/forumdisplay.php?120-Bloopers!

 

E buon ritorno in città… sigh…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori