Una Vita/ Anticipazioni puntata 28 gennaio: una nuova riunione aziendale

- Matteo Fantozzi

Una Vita, anticipazioni puntata 28 gennaio: Marcos, Aureliano e Miguel sono pronti per una nuova riunione aziendale. Cosa accadrà?

Una Vita
Una Vita

Una Vita, anticipazioni puntata 28 gennaio

Nella puntata di Una Vita di oggi, venerdì 28 gennaio, Marcos, Aureliano e Miguel fanno un’ulteriore riunione aziendale e questa volta il giovane avvocato dice chiaramente di non essere d’accordo sul commercio delle armi, facendo innervosire il Quesada che prova a zittirlo ma senza successo. Più tardi Aureliano chiede a Marcos di licenziare il ragazzo ma il Bacigalupe si oppone e fra i due scoppia un violento litigio, con il primo che punta un tagliacarte al collo dell’altro. Roberto si procura della dinamite e, con l’aiuto di Sabina, sono quasi sul punto di far saltare l’ultimo pezzo di roccia. I due, però, rischiano di essere scoperti da Miguel che è arrivato all’improvviso. Genoveva chiede a Rosina di prestarle per qualche ora al giorno Casilda, visto che al momento è priva di servitù e la Rubio non sa dire di no, facendo agitare molto la domestica per questa decisione.Nella puntata di venerdì 28 gennaio, Marcos, Aureliano e Miguel fanno un’ulteriore riunione aziendale e questa volta il giovane avvocato dice chiaramente di non essere d’accordo sul commercio delle armi, facendo innervosire il Quesada che prova a zittirlo ma senza successo. Più tardi Aureliano chiede a Marcos di licenziare il ragazzo ma il Bacigalupe si oppone e fra i due scoppia un violento litigio, con il primo che punta un tagliacarte al collo dell’altro. Roberto si procura della dinamite e, con l’aiuto di Sabina, sono quasi sul punto di far saltare l’ultimo pezzo di roccia. I due, però, rischiano di essere scoperti da Miguel che è arrivato all’improvviso. Genoveva chiede a Rosina di prestarle per qualche ora al giorno Casilda, visto che al momento è priva di servitù e la Rubio non sa dire di no, facendo agitare molto la domestica per questa decisione.

Una Vita, dove eravate rimasti

Andiamo a leggere dove eravamo rimasti in Una Vita. Lolita prepara ad Antonito la valigia per andare via, poi resta da sola e ha un attacco di tosse dopo il quale si accorge di perdere sangue dai polmoni. Tuttavia cerca di mantenere la cosa segreta alla sua famiglia perché non vuole far preoccupare nessuno. Carmen e Ramon sono convinti che il suo comportamento strano sia legato ai problemi matrimoniali che sta avendo con Antonino. José va a casa di Rosina perché deve chiederle un favore: deve andare in un negozio del centro che vende prodotti femminili, dove deve ritirare alcune cose che ha ordinato il Dominguez. La Rubio teme di lasciarsi scoprire ma il Dominguez la rassicura sul fatto che fino a quel momento sta andando molto bene. Jacinto inizia ad avere diversi problemi con i suoi colleghi della soffitta perché la zia che è arrivata dalla campagna per gestire il negozio di Marcelina è in realtà una persona estremamente sgarbata, che risponde male a tutti e crea malumore soprattutto in soffitta dove lei e la nipote si sono fermate come ospiti. Miguel racconta a Liberto i suoi problemi di lavoro, stretto nei litigi fra Marcos e Aureliano. Roberto e Sabina, con l’aiuto di Ramon, riescono a ottenere il secondo prestito dalla banca.

L’incontro ad Acacias fra Felipe e Genoveva è andato nel peggiore dei modi, con l’avvocato che urla alla moglie di essere un’assassina. La Salmeron mantiene la calma perché quello che vuole è proprio far passare il marito per un violento, poi con gentilezza gli chiede di non chiamarla più così altrimenti sarà costretta a denunciarlo per diffamazione. L’Alvarez Hermoso è ospite a casa di Liberto, anche se il Seler ha dovuto faticare non poco a convincere Rosina che non vuole mettersi contro Genoveva. Mentre i due coniugi stanno discutendo, interviene l’avvocato che si rende conto che il motivo del litigio è la sua presenza e si offre di andare via ma la donna alla fine cede e gli dice che può restare senza alcun problema. In effetti, però, le paure della Rubio si concretizzano poiché la Salmeron invita sia lei che Susana a prendere un tè a casa sua e poi rinfaccia alla moglie di Liberto il fatto di aver ospitato a casa propria suo marito, anche dopo averla fatta incarcerare ingiustamente. Rosina si sente in colpa perché non sa se credere o meno all’innocenza della vicina. Questo pensiero turba anche Felipe che, però, a differenza della Rubio, è sicuro della colpevolezza della Salmeron e impazzisce all’idea non solo che la donna sia riuscita nuovamente a farla franca ma anche che i vicini di quartiere possano pensare che lei sia innocente.







© RIPRODUZIONE RISERVATA