Vaccino ai bambini 5-11 anni: chi deve farlo?/ Dosi e tempistiche: i guariti…

- Carmine Massimo Balsamo

Vaccino ai bambini 5-11 anni: chi deve farlo? Attesa per la circolare del Ministero della Salute, le faq del Bambin Gesù

no vax laccio emostatico
(LaPresse)

Dal 16 dicembre 2021 il via al vaccino ai bambini dai 5 agli 11 anni, ma chi deve farlo? Sono attese indicazioni dal Ministero della Salute in tal senso, la conferma è arrivata anche da Gianni Rezza: «Vanno date delle indicazioni e va fatta una circolare: siamo in attesa delle note tecniche e sulle base di quelle cercheremo di dare delle indicazioni adeguate».

«Non mi sento di sbilanciarmi, la questione si è posta anche per gli adulti», ha rimarcato il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute sul vaccino ai bambini dai 5 agli anni. Il Cts di Aifa, come riporta Adnkronos, ha spiegato che la dose sarà ridotta e con formulazione specifica. Prevista la somministrazione di due dosi a tre settimane di distanza l’una dall’altra.

Vaccino ai bambini 5-11 anni: chi deve farlo?

Attese novità dal Ministero della Salute sul vaccino ai bambini dai 5 agli 11 anni, ma alcune indicazioni sulla somministrazione del farmaco ai più piccoli arrivano direttamente dal Bambin Gesù. L’ospedale pediatrico ha diramato alcune Faq sulla somministrazione e uno dei punti più interessanti riguarda i bimbi guariti dal virus. Loro si devono vaccinare? E se sì, con quali tempistiche? Se il bambino ha già contratto l’infezione è possibile effettuare un’unica dose entro i 6 mesi dal contagio, mentre se sono passati più di dodici mesi sarà necessario effettuare due dosi. Il Bambin Gesù ha rimarcato che «la valutazione dei titoli anticorpali non è utile per decidere se effettuare la vaccinazione». Un’altra indicazione riguarda i bambini che hanno contratto il Covid e con condizioni di immunodeficienza a trattamenti farmacologici: in questo caso è raccomandato fare due dosi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA