Vaccino ai bambini 5-11 anni: chi deve farlo?/ Dosi e tempistiche: i guariti…

- Carmine Massimo Balsamo

Vaccino ai bambini 5-11 anni: chi deve farlo? Attesa per la circolare del Ministero della Salute, le faq del Bambin Gesù

vaccino Vaccini anti-Covid (LaPresse)

Dal 16 dicembre 2021 il via al vaccino ai bambini dai 5 agli 11 anni, ma chi deve farlo? Sono attese indicazioni dal Ministero della Salute in tal senso, la conferma è arrivata anche da Gianni Rezza: «Vanno date delle indicazioni e va fatta una circolare: siamo in attesa delle note tecniche e sulle base di quelle cercheremo di dare delle indicazioni adeguate».

«Non mi sento di sbilanciarmi, la questione si è posta anche per gli adulti», ha rimarcato il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute sul vaccino ai bambini dai 5 agli anni. Il Cts di Aifa, come riporta Adnkronos, ha spiegato che la dose sarà ridotta e con formulazione specifica. Prevista la somministrazione di due dosi a tre settimane di distanza l’una dall’altra.

Vaccino ai bambini 5-11 anni: chi deve farlo?

Attese novità dal Ministero della Salute sul vaccino ai bambini dai 5 agli 11 anni, ma alcune indicazioni sulla somministrazione del farmaco ai più piccoli arrivano direttamente dal Bambin Gesù. L’ospedale pediatrico ha diramato alcune Faq sulla somministrazione e uno dei punti più interessanti riguarda i bimbi guariti dal virus. Loro si devono vaccinare? E se sì, con quali tempistiche? Se il bambino ha già contratto l’infezione è possibile effettuare un’unica dose entro i 6 mesi dal contagio, mentre se sono passati più di dodici mesi sarà necessario effettuare due dosi. Il Bambin Gesù ha rimarcato che «la valutazione dei titoli anticorpali non è utile per decidere se effettuare la vaccinazione». Un’altra indicazione riguarda i bambini che hanno contratto il Covid e con condizioni di immunodeficienza a trattamenti farmacologici: in questo caso è raccomandato fare due dosi.







© RIPRODUZIONE RISERVATA