Verifica C19, app segnala Green Pass non validi/ Ministero Salute: “Problema risolto”

- Silvana Palazzo

App Verifica C19 per verificare Green Pass non funziona: li segnala non validi. Interviene il Ministero della Salute: “Problema risolto”. Cos’è successo…

green pass validità
Controllo app Green Pass (LaPresse, 2021)

Caos green pass, ma stavolta non per le proteste che stanno accompagnando il Certificato Verde. L’app Verifica C19 oggi ha avuto dei problemi, non funzionava. Un problema di non poco conto se consideriamo che serve a verificare la validità dei green pass, attualmente obbligatorio sui posti di lavoro e per accedere ad esempio nei ristoranti al chiuso. Se veniva installata su un dispositivo “nuovo”, l’app del Ministero della Salute non riconosceva come validi i certificati che lo sono, per la precisione li considera scaduti.

A riportare la notizia è stato il portale Dday, che ha verificato la questione su diversi telefoni Android su cui l’app Verifica C19 non era mai stata installata. La scansione di un green pass valido, infatti, ha restituito un errore. Quando invece il tentativo è stato eseguito con un dispositivo che aveva l’applicazione già installata nelle scorse settimane, allora tutto ha funzionato senza problemi.

APP VERIFICA C19, PROBLEMI DOPO AGGIORNAMENTO MA…

I problemi di funzionamento dell’app Verifica C19 però non hanno colpito solo i dispositivi Android, ma anche gli iPhone. Anche i dispositivi Apple in cui l’applicazione era fresca di installazione non riuscivano ad effettuare la scansione del green pass. «L’applicazione deve connettersi alla rete almeno una volta per essere utilizzata», il messaggio che restituisce l’app, ma il telefono è connesso alla rete. Secondo quanto riportato da Dday, il problema dovrebbe essere legato ai server di Sogei, perché quando la sia avvia per la prima volta si deve scaricare qualcosa dai server e per qualche motivo oggi non riusciva a farlo.

Se l’iPhone non riesce a connettersi ai server, i dispositivi Android invece visualizzano il messaggio di errore. E i casi non sono affatto isolati, visto che su Twitter sono apparse alcune segnalazioni. Il Ministero della Salute, che ha fatto inizialmente sapere di essere al lavoro per risolvere il problema, alle 17:20 ha poi informato il portale Dday che «il problema all’infrastruttura, causato da un aggiornamento, è stato risolto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA