Vittorio Sgarbi e la lite con Aldo Busi/ Video, come nacque il tormentone “Capra”

- Anna Montesano

Vittorio Sgarbi e la famosa lite in TV con Aldo Busi: fu in quell’occasione che urlò per la prima volta la sua ben nota sequenza di “capra”

sgarbi facebook 640x300
Vittorio Sgarbi

Il nuovo appuntamento con Techetechetè si dedicherà ad alcune delle liti più note della tv italiana, oltre che a papere e figuracce nel piccolo schermo. Verrà ricordata anche quella che ha visto protagonisti un po’ di anni fa Vittorio Sgarbi e Aldo Busi. Siamo nel 2002, in un programma televisivo condotto da Piero Chiambretti ed è in corso un dibattito tra i due studiosi. Busi si interroga sull’impegno di Sgarbi – uno studioso dell’arte – nella politica, e lo critica.

Vittorio, in risposta, attacca duramente lo scrittore: “Non mi sono mai piaciuti i moralisti. Io non ti faccio la morale, della tua vita non mi importa nulla. Non importa nulla a tua madre, né a tuo padre. Fatti cazz* tuoi!” Questo attacco dà il via allo scontro verbale tra i due che costringerà, in più riprese, Chiambretti ad intervenire, per chiedere ad entrambi di evitare di dire parolacce.

Vittorio Sgarbi contro Busi: la prima volta in cui urlò la sua sequenza di “capra”

All’attacco di Vittorio Sgarbi, Aldo Busi replicherà così: “Tu sei il classico figlio del dottore che non ha mai fatto un cazz* in tutta la tua vita. Hai fatto sempre il mantenuto. Io sono andato a lavorare dai 14 anni in su. Tu non hai gusto, non ha sensibilità e non hai senso dell’estetica”.

Proprio in questa occasione, il critico d’arte urlò per la prima volta il suo “Capra, capra” ripetuto più volte in Tv. Prima, insultò Busi, dichiarando: “Sei un mentecatto assoluto, un senza cervello. Sei una nullità. Un pettegolo sei.” Poi la lunga serie di “Capra” che il pubblico italiano ha imparato a conoscere nel corso di tutte le sue successive liti televisive.



© RIPRODUZIONE RISERVATA