BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

STALKING/ Città di Castello, fa trovare una bambola vodoo sotto casa della ex: denunciato

Un trentaquattrenne di Città di Castello, in provincia di Perugia, è stato denunciato oggi per stalking dopo aver fatto trovare alla ex fidanzata una bambolina voodoo infilzata da spilli

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

Un trentaquattrenne di Città di Castello, in provincia di Perugia, è stato denunciato oggi per stalking dopo aver fatto trovare alla ex fidanzata una bambolina voodoo infilzata da numerosi spilli davanti alla porta di casa. L’episodio che ha convinto la giovane di 27 anni a rivolgersi alle forze dell’ordine è solo l’ultimo di una serie di minacce e molestie che l’ex compagno portava avanti da mesi. Tutto è iniziato qualche mese fa, quando la ragazza, al termine di una relazione turbolenta, ha deciso di darci un taglio e di lasciarlo. Da quel momento, però, è iniziato l’incubo: il 34enne le ha inviato in continuazione messaggi minatori tramite i vari social network, fino a minacciare di utilizzare contro di lei un rito voodoo per vendicarsi. Ecco, allora, che la giovane si è trovata sotto la propria abitazione una bambola di pezza voodoo infilzata da spilloni: ben sapendo chi fosse il responsabile del gesto, la ragazza è deciso di sporgere denuncia nei confronti dell’ex fidanzato per stalking. Sempre nella giornata di oggi, ma a Prato, uno stalker è stato arrestato dai carabinieri di Montemurlo dopo essere stato visto aggirarsi nei pressi della casa della ex convivente armato di coltelli. L’uomo, un 48enne originario della provincia di Vibo Valentia, ma residente nel Pistoiese, è accusato di numerosi atti persecutori e intimidatori nei confronti della ex, una donna di 52 anni di Montemurlo.

© Riproduzione Riservata.