BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FAMILY HAPPENING 2015/ "Come un bel giorno": dall'amore un compito

Pubblicazione:venerdì 11 settembre 2015

Verona, Piazza delle erbe (Immagine dal web) Verona, Piazza delle erbe (Immagine dal web)

«Come un bel giorno»: il titolo del Family Happening 2015, che si svolge nelle piazze del centro storico di Verona dal 10 al 13 settembre, è la finestra di casa spalancata su un cielo sereno e la sorpresa davanti a quello spettacolo. Lo si vede tutte le mattine, eppure quel giorno è inaspettatamente nuovo. Il «bel giorno» è il momento in cui qualcosa accade e ci sorprende. Nulla a che fare con teorie o filosofie su come vivere e come comportarsi: ciò che prima era vissuto come solito, quotidiano, senza spessore, all'improvviso si trasforma. E dà origine a una responsabilità. 

«Dall'amore un compito» è infatti il sottotitolo del FH. «La vita di ciascuno è attraversata dal desiderio di avere un senso» spiegano gli organizzatori, «di essere amati e di amare. Ci sono momenti nella vita in cui questo senso di responsabilità sorge in modo imprevisto e gratuito: l'innamorarsi, la nascita di un figlio o di un nipote, l'accettazione di un successo, di un fallimento o di una malattia. E così ciascuno inizia a immaginare e fare scelte, mosso dalla volontà di costruire il proprio progetto. In questo modo entra nella vita una grande alternativa, tra l'uomo che impone — idee, potere, progetti — e l'uomo che attende. Come scriveva Albert Camus: "Non è a forza di scrupoli che un uomo diventerà grande. La grandezza arriva, a Dio piacendo, come un bel giorno"».

Sono queste le provocazioni dell'11ma edizione del Family Happening (cui contribuiscono il Comune di Verona, la Provincia e la Consulta comunale della famiglia) e della quarantina di associazioni aderenti: Assoguide e Croce Bianca, Banco Alimentare e Farmaceutico, Student Point e Cooperatori salesiani, Istituto Provolo e Federazione Alzheimer, Giovani di Betania, La Nuova Stella, Manif pour Tous e tante altre realtà radicate nel tessuto sociale della Verona di oggi.

L'aprirsi di una promessa di vita cambiata, più piena, mette in moto e spinge a realizzare questo bene: il FH intende mostrare questa possibilità iniziale e ciò che da tale promessa nasce. E lo farà, anche quest'anno, nelle più belle piazze del centro storico di Verona concesse dal Comune che diventeranno teatro di giochi, laboratori per bambini, mostre, dibattiti, concerti, eventi sportivi per grandi e piccini. Occasioni in cui i genitori con i figli possono passare alcune giornate insieme in un clima di festa.

Gli incontri partono dall'invito ad alcuni grandi testimoni di raccontare il loro «bel giorno»: artisti, professori, imprenditori, coppie di sposi. Il primo testimone sarà don Luigi Giussani, iniziatore di Comunione e liberazione, di cui il FH presenta la mostra «Dalla mia vita alla vostra» allestita per i 10 anni dalla scomparsa: l'incontro con quest'uomo rappresenta ancora oggi per molte persone la possibilità di un «bel giorno». 

 


  PAG. SUCC. >