BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TE DEUM/ Il testo delll'inno di ringraziamento cantato la sera di san Silvestro

L'inno del Te Deum viene cantato tradizionalmente a san Silvestro per ringraziare dell'anno passato. Leggi il testo

lauda_spartitoR400.jpg (Foto)

Questa sera nelle messe prefestive prima della notte di San Silvestro verrà recitato il Te Deum. Un inno di ringraziamento a Dio per l’anno appena trascorso. Abbreviato comunemente come Te Deum, il titolo originale di questo inno cristiano sarebbe Te Deum laudamus (latino per "noi ti lodiamo, Dio"); il testo è in prosa di origine antica.

Nella Chiesa cattolica il Te Deum è legato alle cerimonie di ringraziamento; se è più noto il canto del Te Deum per la fine dell’anno, la sera del 31 dicembre, un’altra occasione in cui il Te Deum viene cantato è per l’elezione del nuovo pontefice, nella Cappella Sistina, prima che si sciolga il conclave che ha eletto il nuovo Papa, oppure a conclusione di un Concilio.
Nella Liturgia delle Ore il Te Deum è collocato i numerosi punti, alla fine dell'Ufficio delle letture nelle solennità, nelle feste, in tutte le domeniche, nei giorni fra l'ottava di Natale e quelli fra l'ottava di Pasqua.
È utilizzato anche assieme ai cantici ordinari delle Preghiere del Mattino nel Libro delle preghiere comuni, e non è esclusivo della Chiesa Cattolica, in quanto ancora in uso presso molte Chiese Riformate.