Angelina Jolie e il secolarismo

- Lorenzo Albacete

LORENZO ALBACETE prende spunto dalla doppia mastectomia di Angelina Jolie per segnalare come l’odio per il corpo del moderno secolarismo possa camuffarsi da medicina preventiva

protesi_seno_r439
Immagine d'archivio

Sentire Papa Francesco parlare italiano e latino mi ha ricordato le particolari caratteristiche dello spagnolo argentino e di come possa essere facilmente riconosciuto da tutti gli altri che hanno lo spagnolo come madre lingua.

A sua volta, questo mi ha riportato alla memoria una strana esperienza di una decina di anni fa. Eravamo un gruppo di ispanici e stavamo chiacchierando tra di noi, presente uno psicanalista argentino, che a un certo punto si è messo a parlare di un libro, molto apprezzato, sulle cause della violenza nella società moderna, pubblicato di recente da una sua collega.

Secondo l’autrice del libro, la violenza è una forma sublimata di odio per se stessi, soprattutto odio per la sessualità e l’identificazione di sesso, un odio per la fisicità come simbolica espressione della spiritualità.

La discussione era affascinante, ma allo stesso tempo strana, perché molte delle parole che, nello spagnolo argentino, si riferiscono al sistema riproduttivo, nel resto dell’America Latina significano qualcosa di diverso. I partecipanti alla discussione che provenivano da altri Paesi ispanici erano scioccati, in particolare le donne, nel sentire simili volgarità da uno stimato scienziato.

Comunque, l’autrice del libro che stavamo discutendo sosteneva, in sintesi, che la violenza sociale fosse espressione dell’odio per l’organo riproduttivo maschile.

Tuttavia, rimase impossibile avere una discussione approfondita sull’argomento, proprio a causa dei significati differenti attribuiti ad una stessa parola. Il che mi riporta alle notizie della scorsa settimana.

Come normale, molte delle notizie sono state una ripresa di quelle della settimana precedente, come lo scandalo della IRS (la locale Agenzia delle Entrate,ndt), gli errori o le bugie del Dipartimento di Stato, i terribili tornado e la fiducia in Obama, nonostante tutto.

Il Time ha però individuato un nuovo argomento interessante, che ha interessanti implicazioni, e lo ha messo in copertina. Si tratta della decisione di Angelina Jolie di sottoporsi a mastectomia a entrambi i seni per prevenire l’insorgere di possibili tumori, decisione che anche altre donne hanno dichiarato di aver già fatto. Inoltre, Angelina ha annunciato che si farà togliere anche le ovaie.

Ora, io non condanno ciò che lei e le altre donne hanno fatto, ma mi chiedo se non stiamo assistendo all’inizio di ciò che aveva previsto la psicoanalista argentina.

Quello che voglio suggerire è che la moderna mentalità secolarizzata, visto che si nutre dell’odio verso il corpo, possa aver trovato un modo per nascondere questo odio, chiamandolo medicina preventiva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimi Editoriali

Vedi tutti