INTERVISTATI / Paul Hollander

Paul Hollander, nato nel 1932, è professore emerito di sociologia all’Università del Massachusetts e associato del Davis Center for Russian and Eurasian Studies di Harvard. Scappato dall’Ungheria nel 1956, ha ottenuto il PhD in sociologia alla Princeton University e il BA alla London School of Economics nel 1959. Nel 1981 ha pubblicato Political Pilgrims, che ricostruisce i viaggi compiuti nei paesi socialisti dagli intellettuali occidentali, e le ragioni del sostegno accordato a sistemi repressivi e totalitari. Sono seguiti diversi lavori sull’anti-americanismo, tra cui Anti-Americanism: irrational & rational, 1995. Il suo ultimo libro si intitola The end of Commitment. Intellectuals, revolutionaries and political morality, 2006. Feed Rss

TUTTI GLI ARTICOLI

1968, nell'ideologia intellettuale le radici della crisi del sistema educativo

Ilsussidiario.net continua il suo viaggio nel '68 in una conversazione con PAUL HOLLANDER, storico e docente di Sociologia alla Massachusetts University che ha dedicato la vita a studiare il rapporto tra intellettuali e l'ideologia. Leggi l'approfondimento del giornalista GIANLUIGI DA ROLD. All'interno potrete ripercorrere tutte le tappe di questo viaggio leggendo l'intervista al vicedirettore de Il Giornale Michele Brambilla e i contributi di Giovanni Cominelli, Aldo Brandirali, Paola Mastrocola, Ugo Finetti, Pier Alberto Bertazzi e l'intervista all'ex terrorista Leonardo Marino.