14enne sgozza cugina di 10 anni: omicidio choc/ Scritte sul corpo incise col coltello

- Emanuela Longo

14enne sgozza cugina di 10 anni: omicidio choc in Australia. La baby killer ha inciso con il coltello delle scritte sul corpo della vittima

Australia, aggressione a Sydney
Australia, polizia

Choc in Australia dove una ragazzina di appena 14 anni avrebbe ucciso in maniera violenta la cugina di quattro anni più piccola. A raccontare l’assurda vicenda è il Daily Telegraph: secondo una prima ricostruzione, la giovane avrebbe atteso che la mamma di allontanasse per poi scagliarsi armata di coltello contro la cuginetta di 10 anni. Dopo il delitto la 14enne avrebbe infierito ancora incidendo delle scritte sul corpo della ragazzina che da qualche giorno si era trasferita a vivere nella fattoria della sua famiglia, dove avrebbe dovuto trascorrere le vacanze con gli zii. Il drammatico episodio attualmente dal movente ignoto sarebbe accaduto mercoledì mattina. Intorno alle 6.30 la madre della 14enne sarebbe uscita di casa per recarsi a lavorare nei campi lasciando in casa le due cuginette ancora a letto. Dopo circa mezzora sarebbe rientrata in casa trovandosi di fronte a una scena raccapricciante: la bambina di 10 anni era riversa a terra con la gola tagliata e una serie di scritte incise sul corpo.

14ENNE SGOZZA CUGINA DI 10 ANNI: ACCUSATA DI OMICIDIO

Dopo aver ucciso la cugina di 10 anni, la presunta baby killer si sarebbe allontanata dall’abitazione. Stando a quanto reso noto dalla polizia, sarebbe poi stata trovata poco dopo, intorno alle 8.30, a casa di alcuni suoi vicini. Con il supporto degli psicologi è stata sottoposta ad interrogatorio da parte della polizia alla quale ha confessato tutto ma senza però spiegare i motivi che l’hanno spinta a compiere il gesto folle ed al limite della violenza. La ragazzina dovrà ora rispondere dell’accusa di omicidio e sarà chiamata ad affrontare un processo. La notizia si è ben presto diffusa tra la comunità rimasta sotto choc: “Siamo addolorati per la morte della piccola. La comunità ha attraversato tanti problemi, tra la pandemia e la siccità che ci ha devastati negli ultimi 3 anni, ma ci sosteniamo a vicenda e supereremo anche questo momento difficile, sostenendo la famiglia”, ha commentato il consigliere del sindaco di Gunnedah, Jamie Chaffery.

© RIPRODUZIONE RISERVATA