730 precompilato online, Agenzia delle Entrate/ Dichiarazione redditi anche per eredi

- Silvana Palazzo

730 precompilato e dichiarazione dei redditi: da oggi, 5 maggio, è online sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Novità sulle spese sanitarie: le scadenze

Agenzia delle Entrate
Agenzia delle Entrate - Lapresse

Da oggi è disponibile online il nuovo modello 730 precompilato sul sito dell’Agenzia delle Entrate, quindi comincia la stagione delle tasse. I dati inseriti sono in crescita rispetto all’anno scorso, come vi abbiamo spiegato. Una novità del 730 precompilato è la possibilità per l’erede di usarlo per la presentazione della dichiarazione dei redditi per contro del contribuente morto. Per usare il modello 730 è necessario che il contribuente deceduto abbia percepito nel 2019 redditi dichiarabili con questo modello (da lavoro dipendente, pensione e alcuni redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente). Tutte le informazioni utili sono disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate, ma per chiarire ogni dubbio sul 730 precompilato c’è anche il call center dell’Agenzia (800.90.96.96 da telefono fisso, 0696668907 (da cellulare) e +39 0696668933 per chi chiama dall’estero). (agg. di Silvana Palazzo)

730 ONLINE SU AGENZIA DELLE ENTRATE, PIÙ DATI A DISPOSIZIONE

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è disponibile il 730 precompilato. Da oggi il modello sarà disponibile sia per chi presenta il 730 sia per chi presenta il modello Redditi. Anche quest’anno cresce il numero dei dati a disposizione dei contribuenti: è stata superata quota 991 milioni. L’incremento più marcato, secondo quanto riportato da LaPresse, si registra sulle spese sanitarie sostenute dai cittadini, che fa un balzo da 754 a 790 milioni. Al secondo posto ci sono i premi assicurativi, che superano quota 94 milioni. Nella dichiarazione precompilata 2020 crescono le informazioni sugli oneri e sulle spese deducibili e detraibili. Aumentano anche le Certificazioni Uniche, a quota 62,5 milioni. In questo caso sfiorano quota 5 milioni i rimborsi delle spese sanitarie. Non ci sono variazioni particolari invece sui dati relativi agli interessi passivi. Sono stabili anche i dati sulle spese universitarie, a quota 3,5 milioni. (agg. di Silvana Palazzo)

730 PRECOMPILATO SU AGENZIA DELLE ENTRATE, NOVITÀ SANITÀ

Dalle 12.05 di oggi 5 maggio e fino al 30 settembre prossimo, è possibile consultare sul sito Agenzia delle Entrate il nuovo 730 precompilato con la dichiarazione dei redditi che invece è possibile presentare fino alla prossima fine settembre proprio per la già ricordata qui sotto proroga in merito all’emergenza Covid-19. a partire dal 14 maggio, e fino al 30 settembre, si potrà accettare, modificare e inviare il 730 oppure modificare il modello Redditi, che, invece, potrà essere trasmesso dal 19 maggio al 30 novembre. Nella versione 2020 del 730 precompilato, come ben notano i portali esperti fiscali, aumentano le informazioni sulle spese sanitarie deducibili-detraibili e gli oneri collegati: nel dettaglio, entrano le spese per le prestazioni sanitarie di dietisti, fisioterapisti, logopedisti, igienisti dentali, dei tecnici ortopedici ma anche molte altre categorie di professionisti sanitari. Come riporta Huffington Post, entrano nella dichiarazione dei redditi precompilata le spese sanitarie «per prestazioni erogate da strutture sanitarie militari e i contributi previdenziali versati all’ Inps con il “Libretto famiglia”». (agg. di Niccolò Magnani)

730 ONLINE SUL SITO AGENZIA DELLE ENTRATE

E’ disponibile online da questa mattina, sul sito dell’Agenzia delle entrate, il nuovo 730 precompilato. Il quotidiano IlSole24Ore ha cercato di fornire delle risposte a domande precise che potrebbero sorgere nei contribuenti, a cominciare dal funzionamento del 730 inviato ai vari intermediari abilitati. In quel caso, fanno sapere i colleghi del giornale economico-finanziario, “Per i Caf c’è un calendario mobile per la trasmissione delle dichiarazioni che determinerà per i sostituti d’imposta la necessità di effettuare i conguagli a seconda di quando è stato presentato il 730”. Stessa cosa riguarderà i rimborsi Irpef, sempre collegati alla data di presentazione del modello. Di norma, chi presenterà il 730 a giugno, riceverà il rimborso a luglio e via discorrendo. Sarà inoltre possibile delegare un intermediario senza recarsi in ufficio visto il periodo d’emergenza: “dipendenti e pensionati – fa sapere ancora IlSole24Ore.it – possono inviare in via telematica a Caf e professionisti la «copia per immagine» (anche la foto col cellulare) della delega all’accesso alla precompilata”, con l’aggiunta di un documento di identità e di tutta la documentazione necessaria. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

730 PRECOMPILATO E DICHIARAZIONE DEI REDDITI, DOMANI ONLINE SU AGENZIA DELLE ENTRATE

Cambiano le scadenze fiscali a causa dell’emergenza coronavirus. La dichiarazione dei redditi e il modulo fiscale del 730, disponibile nella versione precompilata da domani sul sito dell’Agenzia delle Entrate, slitta al 30 settembre. Questo vuol dire che potete inviare il modulo anche subito, senza aspettare settembre, oppure potete aspettare. Chi però presenta prima le dichiarazioni ha diritto ad eventuali rimborsi, motivo per il quale è meglio non procrastinare l’invio del 730. Anche per il 730 non precompilato vale comunque l’ultimatum del 30 settembre, sia per i contribuenti che si avvalgono del datore di lavoro come sostituto d’imposta sia per chi si rivolge ad un intermediario come un commercialista, un consulente del lavoro o un Caf. La Fondazione nazionale commercialisti, riporta il Corriere della Sera, ricorda che i contribuenti devono sempre allegare al 730 il documento 730-1, cioè le schede con cui si decide a chi destinare il 2, 5 e 8 per mille. E così tutta la documentazione di supporto come la Certificazione Unica-Cud, scontrini, ricevute e fatture.

AGENZIA DELLE ENTRATE, 730 PRECOMPILATO E DICHIARAZIONE DEI REDDITI

Quando un sostituto di imposta, un professionista o un Caf possono inviare all’Agenzia delle Entrate le dichiarazioni dei redditi? Per tutte quelle presentate entro il 31 maggio, la data chiave è il 15 giugno, invece il 29 giugno è la data per quelle che sono arrivate dal primo al 20 del mese. Per quanto riguarda le dichiarazioni presentate dal 21 giugno al 15 luglio, la data di invio massima è di 23 luglio. Si passa al 15 settembre per quelle dal 16 luglio al 31 agosto. Invece il 30 settembre per quelle arrivate a settembre. Domani 5 maggio 2020 è una data importante comunque, perché sul portale dell’Agenzia delle Entrate arriva, seppur in ritardo, la dichiarazione dei redditi precompilata. Il modulo doveva essere disponibile il 30 aprile, ma a causa dell’emergenza coronavirus è stata concessa una piccola proroga. Il contribuente, fermo restando il 30 settembre come scadenza, può inviare il 730 precompilato a partire dal 14 maggio, in via autonoma o affidandosi ad un commercialista, consulente del lavoro o Caf.

© RIPRODUZIONE RISERVATA