AEREO RUSSO, SCONTRO IN VOLO CON STORMO DI GABBIANI/ Video, atterraggio d’emergenza

- Dario D'Angelo

Un Airbus A321 della Ural Airlines costretto all’atterraggio d’emergenza in un campo di grano. Bird strike per l’aereo russo contro uno stormo di gabbiani. Video

aereo russo campo di grano 2019 youtube
L'aereo russo costretto all'atterraggio d'emergenza (foto Youtube)

Atterraggio d’emergenza in un campo di grano per un Airbus A321 della Ural Airlines dopo lo scontro con uno stormo di gabbiani poco dopo il decollo. L’aereo russo è incappato in una delle eventualità più frequenti e allo stesso tempo più temute, quella che in gergo prende il nome di “bird strike”. Una collisione con uno o più uccelli che può provocare ingenti danni al velivolo e in particolare al motore, che può subire una perdita di potenza mettendo a rischio la sicurezza del volo. Qualcosa di simile dev’essere accaduta sul volo partito da Mosca e diretto a Simferopol, decollato dall’aeroporto di Zhukovsky, vicino la Capitale. Dopo l’impatto con lo stormo di gabbiani, il pilota si è visto costretto ad operare un atterraggio d’emergenza sfruttando il largo di un campo di grano: il bilancio della manovra parla di 23 feriti, tra cui nove bambini tra i 2 e i 9 anni.

ATTERRAGGIO D’EMERGENZA IN CAMPO DI GRANO

Sull’Airbus russo protagonista di un atterraggio di emergenza in un campo di grano dopo l’impatto con uno stormo di gabbiani viaggiavano, secondo i dati preliminari della Federal Air Transport Agency, 226 passeggeri e sette membri dell’equipaggio. Le immagini dell’impatto tra l’aeromobile e gli uccelli sono state riprese in fase di decollo in un video girato da uno dei passeggeri, che con ogni probabilità sul momento non si è reso conto di ciò che stava accadendo e delle sue pericolose conseguenze. Altre immagini a dir poco “da film” sono quelle che riprendono i passeggeri, alcuni minuti dopo l’atterraggio d’emergenza, nell’atto di allontanarsi dall’aereo, con tanto di bagagli in mano, procedendo in fila indiana all’interno del campo di grano. In un modo o nell’altro un viaggio indimenticabile…



© RIPRODUZIONE RISERVATA