Alda D’Eusanio difende Barbara D’Urso e Salvini/ Video, “Questa non è democrazia”

- Matteo Fantozzi

Alda D’Eusanio difende Barbara D’Urso e Matteo Salvini, la conduttrice esprime la sua sulla libertà di parola ed espressione su Instagram.

alda deusanio facebook
Alda D'Eusanio
Pubblicità

Alda D’Eusanio si lascia andare a un lungo monologo sul suo canale di Instagram per difendere Barbara D’Urso e Matteo Salvini dopo la bordata di polemiche per l’Eterno riposo a Live Non è la D’Urso. Sul caso si era espresso anche Vittorio Sgarbi in maniera positiva. La conduttrice spiega: “In questo periodo di prigionia casalinga per tutti noi è accaduto un fatto che mi ha fatto riflettere. Si tratta di una cosa spiacevole. Domenica 29 marzo a Live non è la D’Urso ospite c’era Matteo Salvini che ha voluto dedicare un momento dello spazio al ricordo dei morti per il Coronavirus, l’ha voluto fare con l’Eterno riposo preghiera dei defunti con la D’Urso“. Si passa a parlare della pesante protesta che ha portato molti a firmare una petizione per chiudere il programma di Canale 5: “Questo ha scatenato una reazione violenta con una petizione per chiudere il programma. Chiudere un programma significa togliere la libertà di pensiero ed espressione a una persona, a una conduttrice. Ora in una vera democrazia ci sono vari strumenti per combattere che non si pensa come quella persona. Esiste il telecomando. Non ti piace la D’Urso? Non lo guardi. Esistono le urne? Non voti quella persona. Ma non chiedi l’eliminazione della libertà del pensiero e della parola”.

Pubblicità

Alda D’Eusanio, quella volta che la cacciarono dalla Rai

Alda D’Eusanio si sofferma su quelli che sono i valori fondamentali della vita, a iniziare dalla possibilità di esprimersi che ognuno di noi deve avere: “La vera libertà è dire ciò che si pensa e come si vuole. Questa è la democrazia. Senza questo principio c’è la dittatura, tirannia o dispotismo”. Passa poi a parlare a quanto accaduto a lei in prima persona: “Io per aver detto alla Rai, davanti a una ragazzo fortemente handicappato fuori dal coma, che se io avessi avuto un grave handicap non desideravo di continuare a vivere senza parlare, guardare e muovermi. Sono stata cacciata via dalla Rai per tre anni. Era la fine della libertà. Avevo espresso un mio pensiero, ma non si può dire e questa non è democrazia”. Finisce dunque col dare un consiglio a tutti: “La libertà non ha valore se non si include la libertà di poter sbagliare e di poter dire ciò che si pensa. Mi raccomando, cercate di riflettere molto in questo periodo di prigionia che la libertà è una grande cosa, un grande valore e che la vera libertà consiste nel riconoscere il diritto di chi la pensa in maniera diversa di poter esprimere il suo pensiero”.

Video, le parole di Alda D’Eusanio

 

Visualizza questo post su Instagram

 

La libertà non ha valore se non include la libertà di poter esprimere il proprio pensiero. #siateimmensamentefelici @livenoneladurso

Un post condiviso da Aldadeusanioofficial (@aldadeusanioofficial) in data:



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità