Alexander Von Faber-Castell, primo marito Ottilie / “Uomo che accetta responsabilità”

- Josephine Carinci

Chi era Alexander Von Faber-Castell, primo marito di Ottilie, ereditiera della nota azienda di matite: “Un uomo che accetta responsabilità” scriveva la nonna di Tilly

Alexander von Faber-Castell
I conti Ottilie e Alexander von Faber-Castell con la figlia Elisabeth

Chi era Alexander Von Faber-Castell

La Faber-Castell è una nota azienda di origine tedesca, nata nel 1761 nella cittadina di Stein, della Germania bavarese. Qui, il mastro artigiano Kaspar Faber cominciò a produrre matite. La sua bottega fu trasformata in una vera e propria azienda dal figlio Anton Wilhelm. A portare al successo l’impresa di famiglia fu Ottilie von Faber-Castell, soprannominata Tilly, che nel 1896 prese il comando dopo la morte improvvisa del padre, Wilhelm, per infarto. Nel 1898, la donna sposò il conte Alexander Zu Castell-Rüdenhausen: su volontà del nonno di Tilly, Lothar, il nome ‘Faber’ sarebbe dovuto rimanere in azienda. Così la coppia decise di unire i due cognomi: l’operazione fu autorizzata dal re di Baviera. Da quel momento anche la fabbrica assunse il nome di Faber-Castell, con un logo nuovo.

Il conte Alexander Von Faber-Castell cominciò a guidare l’azienda insieme alla moglie. Dopo il matrimonio diede ordine di costruire un castello proprio di fronte alla fabbrica, in modo da poter seguire da vicino i lavori. La nonna di Ottilie, vedova del fondatore dell’azienda, parlò di lui come di un uomo “che accetta le responsabilità, con il quale ci si può consultare per il bene di tutti, prendendosi per mano, con la stessa facilità con cui sarebbe stato con mio figlio”.

Alexander Von Faber-Castell: il trasferimento e il divorzio

Il conte Alexander Von Faber-Castell iniziò dunque a gestire l’azienda insieme alla moglie. La sua vision innovativa fece sì che l’azienda ebbe un successo incredibile. Neanche le due guerre mondiali fermarono la Faber-Castell, che aprì nuove fabbriche in Australia, Austria, Perù e Argentina. Diffusa oggi in più di 120 paesi, la marca è considerata una delle migliori nell’ambito della produzione di materiali per disegno e non solo. Attualmente la Faber Castell, che dal 1880 fino al 1975 ha prodotto anche regoli calcolatori, è tra i principali produttori di pastelli, carboncini, gomme, acquerelli, penne, pastelli a cera e a olio, blocchetti per disegno, mine e portamine e ovviamente matite.

Nel 1914, allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, il conte Alexander si trasferì in Belgio e proprio in quel momento iniziarono i problemi di coppia. L’uomo, raramente aveva l’opportunità di visitare la sua famiglia a Stein e proprio i lunghi periodi di separazione fecero cadere la coppia in una crisi che culminò con l’allontanamentoLa ricca ereditiera si innamorò di un altro uomo, il barone Philipp von Brand zu Neidstein, e chiese perciò il divorzio ad Alexander. Dopo aver ottenuto la separazione, lasciò a lui l’azienda e il castello, passando le proprie quote al figlio Roland, e si trasferì nella residenza di Philipp.

 





© RIPRODUZIONE RISERVATA