AMICONE VS MONI OVADIA/ Video: “Ma quale Natale più autentico! Non siamo cogl*oni!”

- Dario D'Angelo

Quello 2020 sarà un Natale più autentico: Luigi Amicone e Moni Ovadia ospiti a Quarta Repubblica da Nicola Porro sembrano avere idee diverse, video.

ovadia amicone 2020 quarta repubblica 640x300
Monio Ovadia e Luigi Amicone a Quarta Repubblica

Sarà davvero un Natale più autentico? Da questo quesito, prendendo spunto dalle parole utilizzate il 13 novembre scorso dal premier Conte, secondo cui “fare il raccoglimento spirituale con tante persone non viene bene“, ha preso il via la discussione tra Moni Ovadia e Luigi Amicone a Quarta Repubblica. A perorare la tesi che quello di quest’anno sarà un Natale più autentico è stato lo scrittore di origine ebraica: “Io ritengo il Natale che come tutte le feste religiose dovrebbe avere una dimensione eminentemente spirituale. Certo stare in una famiglia numerosa è bellissima, però siccome il valore più alto è la vita, se c’è un rischio minimo per la salute delle persone bisogna fare qualche rinuncia, senza però rinunciare all’interiorità. Se un nonno corre qualche rischio per fare un Natale e ne perderà chissà quanti altri, allora per me meglio la sobrietà per quest’anno. Poi abbiamo anche la possibilità di fare un collegamento video…“.

NATALE PIU’ AUTENTICO? AMICONE: “ARCURI E CONTE VOGLIONO SPIEGARCI COME FARE IL PRANZO DI NATALE”

Di tutt’altro avviso rispetto a Moni Ovadia è Luigi Amicone. Il giornalista ha spiegato: “Il fatto che uno usa prudenza e rispetta le regole. Ci fanno la predica, ci danno l’ordine e si può discutere sulla razionalità, piuttosto che sulla suddità di come hanno concepito giorno per giorno queste festività, creando un cortocircuito per le persone. Ma che questo coincida con l’autenticità, ci danno cioè l’ovvio del popolo, questo non va bene! Questo non va bene perché è un indorare la pillola: noi siamo disposti a rispettare le regole, ma non ci venite ad insegnare il rispetto della religione. Noi sappiamo bene che se eravate intelligenti avreste permesso di fare vita comunitaria con intelligenza. Non siete voi che ci spiegate come facciamo a vivere, come facciamo a divertirci, come facciamo il pranzo di Natale: è questo che è assurdo! Ci sono Arcuri e Conte che ci spiegano la vita! (…) Ma veramente tu pensi che siamo dei cogl*oni?“. Clicca qui per il video della puntata di Quarta Repubblica!



© RIPRODUZIONE RISERVATA