ANDAMENTI E TITOLI BORSA ITALIANA OGGI VENERDÌ 18 NOVEMBRE 2022/ Chiusura a +1,38%

- Lorenzo Torrisi

Borsa italiana oggi venerdì 18 novembre 2022: Piazza Affari chiude in rialzo. Sul listino principale bene Enel. Male invece Azimut. Gli aggiornamenti sulle azioni

borsa italiana Piazza Affari, la Borsa di Milano (LaPresse)

PIAZZA AFFARI, LA CHIUSURA

La Borsa Italiana chiude in rialzo dell’1,38% e sul listino principale troviamo in rosso solamente Atlantia (-0,17%), Azimut (-1,23%), Moncler (-0,1%) e Telecom Italia (-0,13%). I rialzi più significativi sono quelli di A2A (+1,87%), Amplifon (+1,73%), Banco Bpm (+1,25%), Bper (+1,43%), Buzzi (+1,83%), Cnh Industrial (+2,98%), Enel (+3,14%), Ferrari (+1,12%), Fineco (+1,66%), Generali (+1,56%), Interpump (+1,33%), Intesa Sanpaolo (+1,77%), Italgas (+2,21%), Iveco (+2,73%), Mediobanca (+1,24%), Pirelli (+2,26%), Prysmian (+1,05%), Snam (+1,04%), Stellantis (+2,14%) e Terna (+2,06%). Il cambio euro/dollaro risale a quota 1,035, mentre lo spread tra Btp e Bund scende sotto i 187 punti base.

PIAZZA AFFARI, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 15:45

La Borsa Italiana sale dell’1,1% e sul listino principale troviamo in rosso solamente Atlantia (-0,1%), Azimut (-0,7%), Eni (-0,5%), Leonardo (-0,6%), Moncler (-0,7%), Saipem (-0,6%) e Tenaris (-0,3%). I rialzi più significativi sono quelli di A2A (+1,7%), Amplifon (+1,8%), Banco Bpm (+1,6%), Bper (+1,2%), Buzzi (+1,4%), Campari (+1,5%), Cnh Industrial (+2,7%), Enel (+2,3%), Fineco (+1,6%), Generali (+1,6%), Interpump (+1,2%), Intesa Sanpaolo (+1,3%), Italgas (+1,9%), Iveco (+2,2%), Mediobanca (+1%), Nexi (+1,9%), Pirelli (+2,3%), Stellantis (+1,8%), Stm (+1,5%) e Terna (+1,8%). Il cambio euro/dollaro scende sotto a quota 1,035, mentre lo spread tra Btp e Bund scende sotto i 190 punti base.

PIAZZA AFFARI, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 9:50

La Borsa Italiana guadagna lo 0,8% e sul listino principale troviamo in rosso Atlantia (-0,1%), Azimut (-0,1%), Buzzi (-0,2%), Campari (-0,1%), Diasorin (-0,9%), Ferrari (-0,7%), Interpump (-0,5%), Inwit (-0,1%), Leonardo (-0,1%) e Moncler (-0,4%). I rialzi più significativi sono quelli di A2A (+1,9%), Banca Generali (+0,9%), Banco Bpm (+0,8%), Cnh Industrial (+1,2%), Enel (+1,8%), Eni (+1,6%), Fineco (+1,5%), Generali (+1,1%), Hera (+0,6%), Intesa Sanpaolo (+0,8%), Italgas (+1,7%), Iveco (+0,6%), Nexi (+0,9%), Prysmian (+0,6%), Saipem (+1,5%), Snam (+0,5%), Stellantis (+1,2%), Telecom Italia (+0,8%), Tenaris (+0,8%), Terna (+0,9%) e Unipol (+1,1%). Il cambio euro/dollaro si trova a quota 1,035, mentre lo spread tra Btp e Bund scende verso i 192 punti base.

PIAZZA AFFARI CHIUDE LA SETTIMANA

Pochi ma comunque interessanti i dati macroeconomici in agenda oggi. Alle 8:00 conosceremo le vendite al dettaglio in Gran Bretagna a ottobre. Alle 10:00 l’Istat renderà nota la produzione nelle costruzioni di settembre. Alle 16:00 dagli Usa arriverà il numero di case esistenti vendute a ottobre. A mercati chiusi Fitch dovrebbe aggiornare il rating sul debito sovrano italiano, mentre Moody’s quello sul debito sovrano portoghese. A Piazza Affari sono attese le trimestrali di Fidia, Health Italia, Innovatec e Italian Exhibition Group.

Ieri il Ftse Mib ha chiuso in calo dello 0,78% a 24.339 punti. Sul listino principale si è messa in luce Campari con un +1,8%. Superiori al mezzo punto percentuale anche i rialzi di Campari (+1,8%) e Fineco (+0,6%). Saipem ha fatto peggio di tutti con un -5,8%. Superiori al punto e mezzo percentuale anche i ribassi di Enel (-2,7%), Eni (-1,9%), Leonardo (-3,1%) e Tenaris (-2,8%). Lo spread tra Btp e Bund è rimasto sotto i 193 punti base.

— — — —

Abbiamo bisogno del tuo contributo per continuare a fornirti una informazione di qualità e indipendente.

SOSTIENICI. DONA ORA CLICCANDO QUI





© RIPRODUZIONE RISERVATA