Andrea Paris, chi è?/ Il vincitore di Tu si Que Vales in versione “prestigiattore”

- Hedda Hopper

Andrea Paris, chi è? Il vincitore di Tu si Que Vales in versione “prestigiattore” sul palco di “UP&Down – Un Natale Normale” con Paolo Ruffini

Andrea Paris
Andrea Paris

Sarà il suo mestiere di “prestigiattore” che oggi porterà in tv Andrea Paris, il vincitore di Tu Si Que Vales 2020, al fianco di Paolo Ruffini nello speciale spettacolo di Natale di Italia1 UP&Down – Un Natale Normale insieme a talentuosi attori con la sindrome di Down, in scena con lui da diversi anni per raccontare la bellezza che risiede nella diversità.

Fino a qualche settimana fa abbiamo celebrato la sua vittoria nell’edizione dei record del programma e nei giorni scorsi è tornato in tv nel best of del talent show di Canale5 ma questa sera Andrea Paris è chiamato a fare il suo numero mettendo in mostra le sue doti di mago e anche quelle di attore per intrattenere le famiglie italiane costrette a casa dall’emergenza in corso. Qual è il numero che porterà sul palco questa sera? In attesa di capire cosa farà e se sarà ancora capace di stupirci, ecco di seguito qualche notizia in più su di lui.

Chi è Andrea Paris vincitore di Tu si Que Vales 2020?

Andrea Paris, 37 anni, di Foligno è il mago prestigiatore famoso per la sua partecipazione al programma di Canale5 e, ancora prima a Italia’s Got Talent. Proprio lui ha avuto modo di mettersi in mostra ed irretire il pubblico grazie alla sua particolare forma di esibizione aiutato dai suoi studi attoriali e teatrali.

Lui stesso, intervistato da Luca Ramacciotti di “Da Sapere”, ha raccontato: “Già a sei anni ero appassionato di magia, a dodici ho incontrato un mago (il mago Sales) di cui vidi un suo spettacolo presso la mia chiesa. Mi diede un opuscolo con spiegati quattro giochi e da lì ho iniziato a studiare veramente quest’arte.. ho studiato su libri, mi sono informato ovunque potessi dato che all’epoca non c’era internet, nessun tutorial su youtube, ma solo libri che erano soprattutto in inglese”. Se tanto mi da tanto…



© RIPRODUZIONE RISERVATA