ARMATO DI ASCIA SEMINA IL PANICO/ Castiglione delle Stiviere: fermato nigeriano

- Dario D'Angelo

Un nigeriano armato di ascia ha dato in escandescenze in strada a Castiglione delle Stiviere dopo aver ferito un conoscente: i carabinieri lo hanno fermato.

castello di godego
Immagine di repertorio (Pixabay, 2018)

Attimi di puro terrore quelli vissuti lunedì pomeriggio a Castiglione delle Stiviere, dove un uomo armato di ascia, apparentemente in stato confusionale, ha prima ferito un conoscente e poi ha dato in escandescenze in strada, devastando le vetrine dei negozi e i vetri di alcune auto, tra cui quelli di una gazzella dei carabinieri, prima di essere arrestato. Protagonista di questa vicenda un 29enne nigeriano, che intorno alle 17 di ieri ha colpito un conoscente con il quale stava litigando non lontano dalla caserma dei carabinieri. L’altro soggetto coinvolto nella colluttazione è rimasto ferito nel tentativo di proteggersi con il braccio. I carabinieri hanno dovuto faticare non poco per fermare l’energumeno, che nel frattempo si era diretto verso il centro della cittadina prendendosela con le auto e con l’arredo urbano…

UOMO ARMATO DI ASCIA DEVASTA VETRINE E AUTO A CASTIGLIONE DELLE STIVIERE

I carabinieri gli hanno dato la caccia proteggendosi con gli scudi antisommossa e allestendo diversi posti di blocco, soprattutto nelle vicinanze dell’ospedale. Come riportato dal Corriere della Sera, una volta individuato il nigeriano, i militari sono riusciti a spingerlo verso il quartiere Cinque Continenti dove alla fine l’uomo è stato arrestato. Non prima, però, di aver danneggiato una gazzella dei carabinieri. Importante per procedere all’arresto, eseguito non senza difficoltà, è stato infatti l’intervento di un connazionale del 29enne, che ha convinto il nigeriano a deporre l’ascia. Da quel che si apprende, il nigeriano, senza fissa dimora, sarebbe solito gravitare nella zona di Desenzano del Garda, a pochissima distanza da Castiglione. Il pm di turno – scrive l’ANSA – gli contesterà i reati di strage e tentato omicidio, oltre che di danneggiamento aggravato, resistenza e lesioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA