Asia Argento a Realiti/ “Torno in tv ma non chiedetemi di Morgan e dei caz*i miei”

- Anna Montesano

Asia Argento, durante la conferenza stampa di Realiti, sbotta: “Se siete venuti qui per chiedere dei caz*i miei e di Morgan, potete anche non farlo”

Asia Argento
Asia Argento (Instagram)

Asia Argento è pronta a tornare in tv. Lo farà su Rai2, a Realiti, il nuovo programma condotto da Enrico Lucci, in onda dal 5 giugno. È per questo che l’attrice, figlia di Dario Argento, è presente alla conferenza stampa dove mette subito in chiaro alcuni punti per lei molto importanti. “Se non fossi venuta qui – esordisce la Argento – sarei stata protagonista come concorrente visto che qualsiasi stronz*ta metto io su Instagram, diventa una questione da discutere.” sbotta in riferimento alle ultime polemiche. Asia tiene infatti a chiarire di non essere disposta a parlare di Morgan: “Se siete venuti qui per chiedere dei caz*i miei e di Morgan, potete anche non farlo” avverte l’attrice di fronte alla platea di giornalisti. Chiarito di non essere disposta a parlare di vita privata, Asia Argento risponde alle domande riguardanti gli impegni televisivi. “Si è vociferato che potessi fare altri programmi, ma Realiti mi interessa di più, mi interessa parlare di attualità, ho molti punti di vista.” confessa.

ASIA ARGENTO: “REALITI? È UNA RIVALSA PER ME”

Asia Argento ha tanta voglia di rimettersi in gioco e lo ammette anche nel corso della conferenza stampa: “La mia è una rivalsa, non una lamentela.- dichiara l’attrice, come riporta Repubblica – È una battaglia contro i bastar*i”. Nonostante i suoi 35 anni di carriera, Asia è determinata ad esporsi anche in questa nuova avventura e a far attivamente parte della squadra di Realiti, dove si occuperà di argomenti di attualità. “Per me è anche una rivalsa e una lotta verso chi parla sempre male di me in ogni occasione. Io sono una persona normale – aggiunge la Argento, che conclude – che sa essere solitaria e fuori dal coro, pur avendo una vita normale basata sul lavoro e sui miei figli.”



© RIPRODUZIONE RISERVATA