“Asteroide sfiorerà domani la Terra”/ Video, “Diametro oltre la media”: ma la NASA…

- Raffaele Graziano Flore

“Un asteroide sfiorerà domani la Terra”, video: Aton 163348 (2002 NN4) passerà a circa 5 milioni di km dal nostro pianeta. “Diametro oltre la media”: ma la NASA rassicura perché…

L'asteroide che 'sfiorerà' la Terra
L'asteroide che 'sfiorerà' la Terra (YouTube, 2020)

Un asteroide sfiorerà questo sabato la Terra, ma niente paura dato che il corpo celeste (almeno stando alle stime della Nasa) avrebbe possibilità davvero scarse che impatti col nostro pianeta: ad ogni modo il passaggio vicino alla Terra di quest’asteroide del diametro di circa 765 metri -tendenzialmente questa misura è inferiore al chilometro, salvo eccezioni- e che secondo gli esperti è più grande del 90% della media di altri corpi celesti simili si ripeterà anche nei giorni successivi. Al di là delle solite tesi complottiste circolate negli ultimi tempi,  è davvero così remota la possibilità che Aton 163348 (2002 NN4), questo il nome usato tra gli addetti ai lavori, colpisca il nostro pianeta come paventato da tante pellicole di fantascienza e “disaster movie”? A sentire la National Aeronautics and Space Administration americana il fenomeno viene monitorato da tempo e anche se l’allerta resta alta le probabilità che vi sia un impatto effettivo sono molto remote. Infatti in questi casi i concetti di lontano e vicino vanno tarati per capirlo basta analizzare un dato.

UN ASTEROIDE SFIORERA’ DOMANI LA TERRA: ECCO COSA ACCADRA’…

Secondo quanto comunicato dalla stessa NASA, la distanza minima a cui Aton 163348 (2002 NN4) dovrebbe passare dalla Terra è di circa 5 milioni di chilometri e quando ciò avverrà saranno le ore 5.20 del mattino di domani: astronomicamente parlano dunque l’asteroide ‘ci sfiorerà’ ma ciò non dovrebbe comportare particolari rischi per il genere umano. Come spesso accade in queste situazioni, questi corpi celesti incrociano al massimo l’orbita terrestre e non è affatto raro che in futuro non si verifichino fenomeni simili: basti pensare che questo particolare asteroide, monitorato dagli astronomi oramai da tempo, è una sorta di sorvegliato speciale dal momento che sfiorerà ancore la Terra diverse volte nei prossimi decenni. Dopo sabato il primo rendez-vous utile del nostro pianeta con Aton 163348 (2002 NN4) è previsto infatti ancora per il mese di giugno ma del 2070. Insomma per quella data forse l’uomo sarà riuscito a colonizzare nuovi pianeti o dovrebbe comunque aver fatto pasi da gigante in quell’affascinante progetto che è l’esplorazione spaziale: asteroidi permettendo…



© RIPRODUZIONE RISERVATA