Autocertificazione per spostamenti a Natale/ Nuovo decreto: ecco quando serve

- Carmine Massimo Balsamo

Autocertificazione per gli spostamenti a Natale: quando serve per la zona rossa e per la zona arancione in base al decreto firmato dal premier Conte

autocertificazione Coronavirus: controlli della polizia sulle autocertificazioni (LaPresse)

Sarà nuovamente necessaria l’autocertificazione per gli spostamenti a Natale. Il decreto stilato ieri dal Governo e pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale prevede un mix di zona rossa e di zona arancione nel periodo che va dal 24 dicembre al 6 gennaio 2021: il 24, 25, 26, 27 e 31 dicembre, e poi 1, 2 e 3 gennaio, e ancora 5 e 6 gennaio sarà zona rossa, mentre 28,29, 30 dicembre e 4 gennaio sarà zona arancione.

Il decreto Natale prevede alcune deroghe per gli spostamenti: nel periodo natalizio è infatti possibile ricevere fino a due persone non conviventi dalle 5 alle 22 e non sono previste distinzioni tra parenti e amici. Non sono previsti nel conteggio i minori di 14 anni e le persone disabili/non autosufficienti.  Ricordiamo che le visite sono consentite solo una volta al giorno e all’interno della propria Regione. Ora andiamo a scoprire quando serve l’autocertificazione…

AUTOCERTIFICAZIONE SPOSTAMENTI A NATALE: QUANDO SERVE

L’autocertificazione per gli spostamenti nel corso del periodo natalizio sarà necessaria nei giorni di zona rossa, quando sarà consentito muoversi sul territorio per motivi di lavoro, salute e necessità (rientra in questo range l’assistenza ad una persona non autosufficiente), senza dimenticare la deroga sopra citata. L’autocertificazione è obbligatoria anche per viaggiare per fare rientro alla propria residenza, domicilio, abitazione in cui ci si ritrova abitualmente con il partner e seconda casa. Non dimentichiamo che nei giorni di zona rossa sarà comunque consentito andare a messa o fare attività motoria.

L’autocertificazione per gli spostamenti è prevista anche nei giorni di zona arancione ma solo in alcuni determinati casi: sarà necessario compilarla se ci si deve spostare al di fuori del proprio comune o della propria regione per lavoro, salute, comprovata necessità e urgenza, oltre agli spostamenti notturni. Non serve, invece, per muoversi all’interno del proprio comune.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Cronaca

Ultime notizie