Bimba 7 anni morta colpita da statua/ Tragedia in hotel Monaco: vittima era italiana

- Alessandro Nidi

Una bimba di 7 anni colpita da una statua è morta nel giardino di un hotel a Monaco di Baviera: si chiamava Lavinia, era napoletana ed era in vacanza con i genitori

candela (LaPresse)

Dramma a Monaco di Baviera, dove una bimba di 7 anni è morta dopo essere stata colpita da una statua presente nel giardino di un hotel. La piccola, di nome Lavinia, era di origini napoletane e si trovava in vacanza in Germania con i suoi genitori, sotto i cui occhi è drammaticamente spirata, nonostante i soccorsi e il ricovero in ospedale. “La Repubblica” riporta che il simulacro forse non era ben fissato, ma indubbiamente le indagini avviate dalla magistratura bavarese contribuiranno a fare chiarezza sull’accaduto e l’area della tragedia è stata posta sotto sequestro.

Il padre e la madre della bimba di 7 anni uccisa dalla caduta di una statua sono gli avvocati Michele Trematerra e Valentina Poggi. Su Facebook la madre ha lasciato un messaggio di addio: “Sei e sarai sempre il nostro angelo rip. Amore della nostra vita”. Le ha fatto eco il padre della piccola: “È cambiata la nostra vita”, ha confidato a un suo collega nella mattinata odierna.

BIMBA DI 7 ANNI MORTA COLPITA DA UNA STATUA: RACCOLTE LE TESTIMONIANZE DEI PRESENTI

“La Repubblica” ha riportato dettagli ulteriori sulla bimba di 7 anni morta per colpa della caduta di una statua in una struttura ricettiva tedesca. Nell’approfondimento dedicato alla sciagura, si legge che “oltre ai sanitari che sono intervenuti sul posto dopo l’incidente, un’inchiesta è stata aperta dalle autorità tedesche e la magistratura bavarese ha messo sotto sequestro l’area della tragedia. Gli agenti di polizia hanno raccolto le testimonianze dei presenti e dei responsabili della struttura ricettiva. Per il trasferimento della salma a Napoli occorrerà attendere l’autopsia della bimba”.

Un legale, collega dei genitori della bimba colpita dalla statua, ha scritto: “Questo dramma ha lasciato esterrefatta la classe forense. La formazione cristiana mi porta alla preghiera di misericordia per Michele e Valentina, consapevole che solo chi è morto e risorto potrà rendere sopportabile la pena dei due genitori”.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Esteri

Ultime notizie