Bimbo giù dal 2° piano a Modena/ Vicina di casa: “Baby sitter è rimasta impassibile”

- Alessandro Nidi

Bimbo caduto dalla finestra a Modena, arrestata la baby sitter. Parla la vicina di casa: "Non ha fatto nulla per aiutare il piccolo"

enea (Pixabay)

Giungono nuovi dettagli sul bimbo di 13 mesi, di nome Tommaso, caduto dal secondo piano della sua abitazione a Modena nella giornata di ieri, martedì 31 maggio 2022. La baby sitter di 32 anni che era con lui al momento dell’incidente è stata arrestata e si trova attualmente in carcere in attesa dell’udienza di convalida del fermo. Ai microfoni della trasmissione di Rai Uno “La Vita in Diretta”, condotta da Alberto Matano, ha parlato la vicina di casa che per prima ha soccorso il piccolo.

BAMBINO CADUTO DALLA FINESTRA A MODENA, LA VICINA DI CASA: “SPERO CHE TOMMASO CE LA FACCIA”

La donna ha ammesso, davanti alle telecamere, che “nessuno riesce a darsi una risposta a un gesto del genere, forse nemmeno la baby sitter riesce a darsela. Sono uscita di casa e ho visto il corpicino del bambino caduto dalla finestra fermo a terra. Aveva già le labbra nere, perché evidentemente faceva molta fatica a respirare. La baby sitter non è venuta qui, è rimasta alla finestra del primo piano, impassibile. La donna delle pulizie, invece, ha fatto l’impossibile per questo bambino. La baby sitter è rimasta lì impalata. Sto malissimo, ho pianto tutto ieri e anche oggi, appena ci penso, mi viene il magone, perché è una cosa raccapricciante. Non può essere che una persona possa fare del male a una povera creatura. Io penso solo a quei poveri genitori, ai nonni, a quel bimbo… È una tragedia, spero che Tommaso ce la faccia”.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Vita in diretta

Ultime notizie