BLOG DI GRILLO IN CRISI/ Quel “uno vale uno” che si ritrova senza soldi né lettori

- Maestro Yoda

Blog di Beppe Grillo a rischio di liquidazione, nonostante i social abbiano aumentato la raccolta pubblicitaria. Segno che la gente si è stufata di lui e del M5s

beppe_grillo_m5s_5_lapresse_2018
Beppe Grillo (LaPresse)

Diversi quotidiani hanno riportato la notizia che il blog di Grillo si trova improvvisamente in difficoltà economiche a causa, come scritto nella relazione accompagnatoria del bilancio, “dell’emergenza epidemiologica Covid-19… e alla conseguente drastica riduzione dei fruitori e dei clienti”.

Ora, è noto che nelle relazioni di bilancio si cerca sempre di indorare un po’ la pillola nel commentare situazioni negative, e questo caso non fa eccezione. Ma se si vanno a consultare le tabelle ufficiali, si scopre che proprio durante la pandemia i mezzi che hanno visto incrementare anche del 20% gli investimenti pubblicitari sono proprio i social media.

Quindi la ragione è una sola, ed è la stessa che ha provocato il crollo dei grillini alle recenti elezioni amministrative: la gente si è stufata di Grillo e della sua banda di sbandati che erano andati al governo per “aprirlo come una scatoletta di tonno” e invece si sono accomodati alla mensa dei garantiti, preferendo oltretutto il caviale permesso all’ottimo stipendio di parlamentare.

Se c’è una cosa che il popolo non tollera, anche e soprattutto quello meno colto, è la mancanza di coerenza: se prima gradiva che Grillo dal suo blog facesse la morale a tutti, ora che i suoi si stanno comportando come i maiali della “Fattoria degli animali” di Orwell, si guarda bene dal seguire le sue intemerate. E quello che un tempo era uno dei blog con il maggior numero di follower al mondo, ora si sta riducendo al lumicino, con conseguente, inevitabile perdita di reputazione, contatti e contratti pubblicitari.

Paradossalmente oggi Grillo sperimenta l’amara verità di quel “uno vale uno” che ha portato al governo persone senza esperienza e cv, ora pronti a ingoiare qualsiasi cosa pur di non dover tornare a casa. Se quell’uno, poi, rimane solo alla testa di un blog con sempre meno lettori, rimarrà inevitabilmente anche senza inserzionisti e quindi senza soldi. Dura legge per un genovese notoriamente attaccato alla moneta…

— — — —

Abbiamo bisogno del tuo contributo per continuare a fornirti una informazione di qualità e indipendente.

SOSTIENICI. DONA ORA CLICCANDO QUI

© RIPRODUZIONE RISERVATA