BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA, DATI 22 NOVEMBRE/ 662 nuovi casi, positività 1,6%

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus Lombardia, dati 22 novembre 2021: i numeri ufficiali della pandemia in regione, tutti gli ultimi aggiornamenti

bollettino coronavirus lombardia
Vaccini Lombardia, il Presidente Attilio Fontana (LaPresse, 2021)

È il momento di un nuovo appuntamento con il bollettino Coronavirus Lombardia, che anche quest’oggi, lunedì 22 novembre 2021, aiuta a decifrare la situazione pandemica attualmente in via di sviluppo a livello regionale. A fronte di 41.291 tamponi effettuati, sono stati 662 i nuovi positivi, con il tasso di positività che si è attestato all’1,6%. I morti nelle ultime 24 ore sono stati 11 e hanno portato il totale complessivo dall’inizio dell’emergenza sanitaria a quota 34.291. Sul fronte ospedaliero, invece, salgono i ricoverati in terapia intensiva (65, +4), mentre i ricoverati non in terapia intensiva arrivano a 686 (+20).

Analizzando il quadro legato ai nuovi casi provincia per provincia, è come sempre quella di Milano a registrare il dato giornaliero più alto (196, di cui 82 a Milano città). Seguono, nell’ordine, Varese (96), Brescia (80), Bergamo (63), Monza e Brianza (58), Mantova (35), Sondrio (33), Como (27), Pavia (26), Cremona (19), Lecco (8), Lodi (3). (aggiornamento di Alessandro Nidi)

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA, I DATI DI IERI

Facciamo il punto sul covid in Lombardia con il bollettino coronavirus di oggi, 22 novembre 2021. Dati che continuano a salire in quella che resta la regione più colpita dal virus, ma nel contempo, anche quella che meglio si è mossa sul fronte vaccinale. La Lombardia inizia oggi una nuova settimana in zona bianca, con gli indicatori ancora al di sotto del livello di guardia, ma i contagi stanno continuando a crescere, di conseguenza tutto potrebbe succedere nelle prossime settimane. In attesa del report odierno rivediamo brevemente il bollettino di ieri, quando i nuovi contagiati sono stati in totale 1.431 su 106.555 test anti covid elaborati nei vari laboratori regionali.

Anche ieri sono state registrate delle vittime, leggasi 2, per un totale da inizio emergenza pari a 34.280, mentre, per quanto riguardo gli ospedali, ad oggi nei nosocomi della Lombardia vi sono 61 pazienti ricoverati in terapia intensiva (+3), e altri 666 invece in area medica (dato cresciuto di 10 unità). Infine, per quanto riguarda le province, dopo Milano con 529 casi, la zona con più contagi è stata Brescia a quota 181.

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA, DATI 22 NOVEMBRE: AUMENTANO I RICOVERATI MA…

I numeri, come detto sopra, stanno aumentando in Lombardia, ma per il momento non c’è l’esplosione che molti temevano. I dati restano comunque eloquenti, e nel giro di un mese sono cresciuti in maniera importante contagiati e ricoverati. Al Niguarda, ad esempio, si è passati da 6 letti occupati a 22: «Si tratta soprattutto di non vaccinati tra i 40 e i 60 anni, o anche over 70 – ha spiegato ieri al Corriere della Sera Massimo Puoti, primario del reparto di Malattie infettive —. C’è poi una minoranza di over 80 vaccinati, ma che a distanza di mesi dall’iniezione non hanno più una copertura vaccinale sufficiente».

Un’analista che lavora nel settore pubblico aggiunge: «La vaccinazione per ora mitiga e ritarda tutti gli effetti di questa nuova ondata. Ma se guardiamo alla pressione sugli ospedali il problema è quasi tutto lì, nel milione di lombardi non vaccinati». La sensazione è che quella iniziata oggi sarà una settimana molto delicata, che farà un po’ da cartina di tornasole per quello che accadrà nel prossimo periodo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA