CORONAVIRUS LOMBARDIA, BOLLETTINO OGGI 24 GENNAIO/ 44 morti, 1.375 casi, -71 ricoveri

- Alessandro Nidi

I nuovi dati del bollettino Coronavirus Lombardia oggi 24 gennaio, primo giorno di zona arancione. 44 morti, +1.375 nuovi casi, -71 ricoveri in un giorno

letizia moratti
Regione Lombardia, Letizia Moratti e Attilio Fontana (LaPresse)

Sono in tutto 44 i morti per coronavirus nelle ultime 24 ore, con il bollettino quotidiano offerto da Palazzo Lombardia come sempre dopo le ore 17: mentre da oggi la Regione è in zona arancione e mentre prosegue il durissimo braccio di ferro con il Ministero della Salute per il “caso” sui dati delle scorse settimane, i nuovi aggiornamenti epidemiologici mostrano una situazione stabile in Lombardia. 1.375 nuovi casi positivi, con 74 debolmente positivi e tasso al 5,9% con 23.182 tamponi processati (18.503 molecolari e 4.679 test rapidi).

Sale purtroppo a 26.666 il dato dei decessi da inizio pandemia in Lombardia, mentre ad oggi ad essere contagiati rimangono 53.004 italiani in tutto il Paese. di questi, 405 in terapia intensiva (+7 rispetto a ieri, 19 ingrassi giornalieri), 3.428 ricoverati in corsia d’ospedale, con diminuzione di 71 unità rispetto alla giornata di sabato. Chiudono il bollettino quotidiano della Lombardia le province divise per incremento di casi: Milano +373, avanti a Brescia +350, Como +127, Mantova +81, Cremona +71, Varese +64, Pavia +70, Lecco +50, Bergamo +62, Sondrio +34 e Lodi +20. (agg. di Niccolò Magnani)

IL BOLLETTINO DI IERI

oggi, domenica 24 gennaio 2021, si rinnova l’appuntamento con i dati del bollettino Coronavirus della Lombardia. L’attesa terminerà grossomodo intorno alle 17, orario in cui la Regione è solita diramare le statistiche aggiornate relative all’ondata pandemica. I numeri di ieri hanno evidenziato una situazione sostanzialmente stabile, con 1.535 nuovi casi di Covid-19 a fronte di 31.809 tamponi processati. Da quando è scoppiata l’emergenza sanitaria, sono stati 26.662 i morti registrati, di cui 104 solo nelle ultime 24 ore, a ulteriore riprova, purtroppo, di quanto l’epidemia sia stata e rimanga tuttora drammatica in regione.

Per quel che concerne invece le buone notizie, i nuovi guariti/dimessi sono 2.178, per un totale di 444.809, dei quali 3.593 dimessi e 441.216 guariti. Diminuiscono i ricoveri nelle terapie intensive (-10) e negli altri reparti (-80). A livello locale, infine, la provincia più colpita del giorno in termini di nuovi casi di positività al Coronavirus è ancora una volta quella di Milano, con 466 nuovi contagi, di cui 216 localizzati a Milano città.

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA, LA REGIONE TORNA ARANCIONE

Si è intanto risolta a favore della Lombardia la querelle con il Governo legata alla colorazione della regione in base ai dati pandemici. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha infatti posto la propria firma in calce all’ordinanza mediante la quale cancella l’inserimento in zona rossa del territorio lombardo e lo fa rientrare in zona arancione“in ragione degli elementi sopravvenuti conseguenti alla rettifica dei dati operata dalla Regione Lombardia ora per allora, come certificati dalla Cabina di regia”. Il governatore, Attilio Fontana, intanto, si prende i meriti per questo risultato: “Se da domenica la Lombardia tornerà arancione lo deve esclusivamente al fatto che noi abbiamo contestato i conteggi del governo. Sono indignato da quello che leggo e dalle false notizie offensive per la Lombardia e per le persone che ci lavorano”. Gli ha fatto eco l’assessore al Welfare, Letizia Moratti: “Speranza pretendeva che dicessimo che c’era stato un errore nostro. Ma non potevamo accettarlo per la dignità della Regione, per le nostre famiglie e le imprese”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA