BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA, DATI 28 GENNAIO/ 2.603 casi e 88 morti, -6 in t.i

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus Lombardia, dati 28 gennaio: altri 2.603 nuovi contagi in regione, con l’aggiunta di 88 morti. Bene la situazione negli ospedali

lombardia zona rossa
Attilio Fontana, Presidente Regione Lombardia (LaPresse, 2021)

Ecco il nuovo bollettino coronavirus della Lombardia di oggi, giovedì 28 gennaio 2021. Stando al report ufficiale odierno i nuovi casi di covid emergi in regione sono 2.603 su 41.677 tamponi processati. Numeri in leggera risalita rispetto a ieri quando i nuovi contagi scoperti erano stati 2.293 su 44.809 test. Cresce anche il dato sui decessi, ad oggi 88 contro i 62 segnalati ieri, per un totale di vittime lombarde per covid dallo scorso 21 febbraio pari a 26.939. Continua comunque ad essere positiva la situazione ospedaliera, con 6 posti letto che si sono liberati in terapia intensiva (371 le persone al momento ricoverate), e 36 invece nei reparti di degenza normale (totale 3.537 al momento occupati).

Il numero dei guariti/dimessi si è portato a quota 456.106 a seguito delle 1.714 persone che hanno superato la pandemia nelle ultime 24 ore, mentre il totale dei tamponi processati da quasi un anno a questa parte è pari a 5.567.301. Intanto la Lombardia attende di capire quale sarà la colorazione a lei assegnata, così come da monitoraggio previsto per la giornata di domani. La regione sarebbe in bilico fra l’arancione e il giallo, e pesa il fatto di aver passato solo una settimana nell’attuale colorazione. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA, DATI 28 GENNAIO, ANCORA ZONA ARANCIONE O GIALLA?

Anche oggi verranno comunicati i nuovi dati riguardanti l’epidemia di coronavirus in Lombardia, contenenti nel nuovo bollettino della regione, quello di oggi, giovedì 28 gennaio 2021. Dopo le ore 17:00 aggiornamento il numero dei contagi, le vittime e la situazione ospedaliera, con la speranza che vengano confermati i dati positivi degli scorsi giorni. Nell’attesa, rivediamo il bollettino di ieri, che ha fatto emergere 2.293 nuovi casi a fronte di 44.809 tamponi, con un rapporto fra test e positivi pari al 5.12%, in linea con il dato nazionale. La provincia di Milano, città compresa, è stata la zona della regione dove si sono registrati più casi, leggasi 489, mentre, in merito alla situazione ospedaliera, si segnalano 15 posti letto occupati in meno in terapia intensiva, mentre nei reparti di degenza normali i malati di covid sono aumentati di 43 unità, per un totale di 3.573 posti letto occupati. Infine il dato più triste, quello relativo alle vittime giornaliere, leggasi 62 per un totale da quando è scoppiata l’emergenza pari a 26.851.

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA: ATTESA PER LA NUOVA COLORAZIONE

E in attesa dei nuovi dati, la regione Lombardia è in attesa di capire quale sarà la colorazione assegnatale per la prossima settimana. A riguardo circolando indiscrezioni discordanti anche se la maggior parte è concorde nel confermare l’arancio. Anche in caso di dati da zona gialla, devono passare almeno due settimane affinchè si possa cambiare colore, ma la Lombardia è entrata in arancione solo da sette giorni, di conseguenza bisognerà attendere almeno il prossimo 8 febbraio. E’ anche vero che non si può dimenticare la questione dell’errata zona rossa, che potrebbe comunque essere presa in considerazione per evitare altre polemiche. Infine da segnalare le parole della Moratti, assessore al welfare, che sulla campagna vaccinale regionale ha spiegato: “La fase 1 bis dovrebbe chiudersi attorno al 25-26 marzo. Da quel momento potrebbe partire la fase 2 che riguarda gli ultra ottantenni (circa 700 mila persone), le persone dai 60 ai 79 anni (2 milioni) e i cronici fragili indipendentemente dall’età”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA