BOLLETTINO CORONAVIRUS ITALIA 12 GENNAIO/ Ministero Salute: 313 morti, 196224 contagi

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus Ministero Salute 12 gennaio 2022: dati Covid Italia, con 313 morti e quasi 200mila contagi. Tasso positivi al 16,5% ma anche 101mila guariti

quarta dose vaccino covid
Vaccinazione under 12 (LaPresse)

In attesa di capire se effettivamente il Governo provvederà a modificare la dicitura e presentazione del bollettino, il Ministero della Salute ha provveduto a pubblicare il consueto report giornaliero senza le distinzioni tra tipologia di positivi e ricoveri.

Emerge così che nelle ultime 24 ore sono registrati 196.224 contagiati da coronavirus in tutta Italia: vi sono purtroppo 313 morti (139.872 da inizio pandemia) e ben 108.198 guariti-dimessi, numero considerevole e sempre in aumento nelle ultime settimane (per fortuna). Ancora oggi sono stati processati nelle strutture regionali 1.190.567 tamponi-test rapidi, mantenendo così il tasso di positività ad uno stabile 16.5% (+0,4% rispetto a ieri). In tutto il Paese vi sono al momento 2.222.060 italiani ancora positivi al Covid-19: di questi, 2.203.082 sono in isolamento domiciliare senza sintomi, 17.309 i ricoverati in area medica (+242) e le terapie intensive occupate calano invece a 1.669 (-8). Tra le Regioni ancora più colpite dalla pandemia vi è da registrare nelle ultime 24 ore i 41mila contagi in Lombardia, 27mila in Campania, 19mila in Veneto, 18mila in Emilia Romagna, 17mila Piemonte. (agg. di Niccolò Magnani)

IL BOLLETTINO COVID DI IERI

Siamo in attesa del bollettino coronavirus del ministero della salute di oggi, mercoledì 12 gennaio 2022. Il report odierno mostrerà come sempre l’andamento della curva pandemica in Italia, andando ad aggiornare i vari indicatori come contagi, tasso di positività, vittime, ospedalizzati e via discorrendo. Scopriremo quindi a breve se si iniziano ad intravedere dei segnali di cedimento, nel frattempo, rivediamo brevemente proprio il bollettino di ieri, quando i nuovi contagiati sono stati in totale 220.532, a fronte di 1.375.514 test anti covid analizzati sia molecolari quanto antigenici.

Il tasso di positività, l’incidenza dei contagi sul totale dei tamponi, è stato pari al 16.0 per cento, mentre, il numero dei decessi ieri segnava quota 294, per un totale dal 20 febbraio di due anni fa pari a ben 139.559 morti, dato pesantissimo. Negli ospedali la situazione attuale vede 18.744 pazienti ricoverati in area medica, +798 rispetto a ieri, e altri 1.677 in terapia intensiva, dato invece in crescita di 71 unità. Infine il consueto sguardo alla regione Lombardia, che ieri ha comunicato altri 45.555 casi di positività.

BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO SALUTE 12 GENNAIO: IL COMMNENTO DI RICCIARDI

Intanto aumenta il fronte degli esperti contrari alla riapertura della scuola, e fra questi anche Walter Ricciardi, consulente del ministro della salute, Roberto Speranza. Intervistato nella giornata di ieri dai microfoni di Skytg24 ha spiegato: “Sulla scuola sono mancati interventi strutturali. E con questi numeri, le misure sono insufficienti”. Secondo il professore dell’università Cattolica su “scuola e trasporti si poteva fare di più” nelle decisioni prese dal governo, per poi lanciare l’allarme: “Le scuole oggi possono essere un detonatore di contagio. Le carenze sono la mancanza di mascherine FFp2 e le aule non purificate”.

Infine, sulle previsioni future per la pandemia di covid: “Rischiamo numeri ancora più alti, la curva crescerà e rischiamo oltre 300mila casi al giorno. Le nuove misure stanno entrando in vigore ma il picco non è stato ancora raggiunto, forse avverrà verso fine gennaio o inizio febbraio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA