CORONAVIRUS ITALIA, BOLLETTINO MIN. SALUTE 20 GIUGNO/ 59 morti, 16571 casi, +10 t.i.

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus Ministero Salute 20 giugno 2022: dati Covid Italia, l'aumento di 16mila casi con 59 morti e un +187 ricoveri in area medica

terapia intensiva casal palocco roma 2020 lapresse 640x300 Terapia intensiva Covid-19 (LaPresse)

Come sempre dopo il weekend calano i numeri sui tamponi processati e contemporaneamente si “aggregano” con più fatica i dati giornalieri tanto da far risultare l’aumento di ricoveri più ingente di quanto non fosse: il bollettino del Ministero della Salute mostra infatti nelle ultime 24 ore un aumento di ben 187 ricoveri, in realtà spiegabile con qualche ritardo nelle comunicazioni durante il weekend da alcune Regioni.

Sono in tutto 16.571 i nuovi casi di contagio registrati, con purtroppo 59 morti (167.780 i decessi da inizio pandemia) e 35.545 guariti-dimessi: il tasso di positività, visti anche i 79.375 tamponi, sale fino al 20,9% con rapporti però “influenzato” proprio dal bassissimo numero di test processati. Il numero totale dei malati ancora di coronavirus scende fino a 574.649 italiani: di questi, 4.585 sono ricoverati con sintomi in area medica Covid (+187 rispetto al bollettino di ieri) e 209 le terapie intensive ancora occupate, aumento di 10 unità rispetto a domenica. (agg. di Niccolò Magnani)

IL BOLLETTINO CORONAVIRUS ITALIA DI IERI

Ecco il nuovo bollettino coronavirus del ministero della salute di oggi, lunedì 20 giugno 2022. Come sempre scopriremo anche nella giornata odierna l’andamento del covid, virus che sta continuando a registrare contagi nel nostro Paese, e che negli scorsi giorni ha ripreso vigore, facendo rialzare tutti i principali indicatori. In attesa del nuovo aggiornamento rivediamo brevemente il bollettino coronavirus del ministero della salute di ieri, quando i nuovi casi emersi sono stati in totale 30.526 su 160.211 test processati, sia antigenici rapidi quanto molecolari, per un tasso di positività, l’incidenza degli infetti sui tamponi, pari al 19,1% per cento, ancora numeri altissimi.

Negli ospedali italiani, invece, troviamo 199 ricoverati gravi, quelli nei reparti di terapia intensiva, e altri 4.398 in area non critica, il che significa che rispetto al precedente bollettino si è avuta una variazione di +6 e +67. Infine il dato relativo alle vittime da covid, ieri 18, e i numeri della Regione Lombardia, che nel report di ieri ha comunicato 4.253 nuovi casi di positività.

BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO SALUTE 20 GIUGNO: IL COMMENTO DI BRUSAFERRO

E alla luce dei contagi che sembrano in rialzo, visti anche i dati del bollettino coronavirus del ministero della salute, ribadisce l’invito a non abbassare la guardia il professor Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto Superiore della Sanità. Parlando ieri in occasione del festival del Giornalismo di Ronchi dei Legionari, organizzato dall’Associazione Leali, ha spiegato: “Non dobbiamo abbassare la guardia”, aggiungendo comunque che “a fronte di tantissimi infettati o reinfettati, l’impatto ospedaliero e i casi di morte sono ora piuttosto limitati”.

“Al momento – ha continuato il numero uno dell’Iss – la nostra popolazione convive con il virus, grazie alla copertura immunitaria ottenuta grazie alla grande campagna vaccinale degli scorsi mesi la quale ha registrato una adesione del 90%; un’adesione che, nonostante le diverse controversie del caso, ha rappresentato un vero e proprio atto di fiducia dei cittadini nei confronti delle istituzioni e della scienza e, per tale motivo, ci guardano anche dall’estero”. Infine, su un’eventuale quarta dose per tutti in autunno, Brusaferro ha spiegato che la stessa verrà “valutata appena avremo i dati. L’Italia insieme a Stati Uniti, Francia, Germania è tra i Paesi più avanzati nel raccogliere i dati, quindi il nostro Paese non si farà cogliere impreparato nell’affrontare una eventuale nuova ondata”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Sanità, salute e benessere

Ultime notizie