Bollettino vaccini covid oggi 26 luglio/ Superata quota 30 milioni di immunizzati

- Davide Giancristofaro Alberti

Facciamo il punto sulla campagna di vaccinazione in Italia con il bollettino vaccini covid di oggi, lunedì 26 luglio 2021: ecco tutti i dati aggiornati

bollettino coronavirus italia
Emergenza Covid, il commissario Figliuolo e il Ministro Speranza (LaPresse, 2021)

E’ stato comunicato poco fa il nuovo bollettino vaccini covid, quello con tutti i dati aggiornati ad oggi, lunedì 26 luglio 2021. Puntuale come un orologio svizzero il Ministero della salute e l’Iss, l’Istituto superiore di sanità, hanno reso pubblici i nuovi numeri della campagna di vaccinazione, a cominciare dalle dosi somministrate, pari a 65.3 milioni, leggasi il 95% del totale di quelle consegnate che sono invece 68.7 (47.506.912 Pfizer/BioNTech, 7.118.302 Moderna, 11.858.468 Vaxzevria-Astrazeneca e 2.264.639 Janssen).

Il dato è cresciuto di circa 400mila somministrazioni nelle ultime 24 ore (qui il report di ieri), un numero positivo tenendo conto che ieri era domenica. Bene anche il dato relativo agli immunizzati, coloro che hanno completato il ciclo vaccinale, che ha raggiunto quota 30.1 milioni, +300mila, pari al 55.7% dell’intera popolazione vaccinabile over 12.

BOLLETTINO VACCINI COVID OGGI 26 LUGLIO, IL PUNTO DEL MINISTRO SPERANZA

I dati continuano quindi ad essere ottimi e a breve potrebbero migliorare ulteriormente visto che, con l’annuncio del green pass obbligatorio per numerose realtà commerciali, è scattata una corsa alla vaccinazione nelle scorse 48 ore, così come confermato anche dal ministro della salute Speranza: “C’è stata una accelerazione molto forte di prenotazioni – le parole rilasciate ai microfoni del Tg1, il telegiornale di Rai Uno – dopo che il governo ha annunciato l’estensione dell’utilizzo del Green Pass. La campagna vaccinale in Italia sta andando bene: abbiamo superato 65 milioni di dosi somministrate, il 65% delle persone vaccinabili ha avuto una dose, il 55% ha completato il ciclo. Dobbiamo insistere. Il vaccino è l’arma essenziale per metterci alle spalle questi mesi così difficili”.

Speranza ha ribadito come la variante Delta sia “molto insidiosa e veloce nel diffondersi, proprio per questo oggi più che mai dobbiamo rispettare i comportamenti corretti che abbiamo imparato in questi mesi così difficili: mascherina, distanziamento e soprattutto insistere con il vaccino che è l’arma più importante che abbiamo per difendere noi stessi e proteggere tutti gli altri”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA