Bollettino vaccini covid oggi 27 gennaio/ 1.5 milioni di persone vaccinate

- Davide Giancristofaro Alberti

Scopriamo il bollettino vaccini covid con i numeri aggiornati al mercoledì 27 gennaio 2021. Quanti sono le persone che hanno ricevuto il farmaco, le fasce d’età e non solo…

paduli vaccino anti-covid
Il vaccino Pfizer-Biontech (LaPresse)

Consueto appuntamento con il bollettino vaccini covid, in questo caso, quello di oggi, mercoledì 27 gennaio 2021. Stando ai numeri ufficiali pubblicato dal sito del governo sono 1.525.612 le persone vaccinate in Italia (dato aggiornato alle 19:03 di ieri sera), e 226.622 sono quelle che hanno già ricevuto le due dosi e che di conseguenza sono immuni al covid. Sono 1.843.725 le dosi di vaccino fra Pfzier e Moderna ricevute dal Belpaese dal 31 dicembre ad oggi e la provincia autonoma di Bolzano è quella che ha la più alta percentuale di amministrazione ancora una volta.

Seguono ancora il Piemonte e il Veneto, rispettivamente a quota 93.2 e 92.4% di dosi somministrate, mentre il Molise e la Calabria chiudono questa speciale classifica. Sono 1.017.929 le persone che lavorano negli ospedali che sono state già vaccinate, e a seguire troviamo le 346.419 non del personale sanitario, mentre sono praticamente ferme le vaccinazioni per gli over 80, ad oggi solo 13.354.

BOLLETTINO VACCINI COVID OGGI 27 GENNAIO, L’ITALIA DIFFIDA PFIZER

La campagna vaccinale ha subito un netto rallentamento a causa delle dosi di Pfizer arrivate in quantità minori durante la scorsa settimana e di conseguenza l’Italia ha deciso di muoversi legalmente, così come si legge in una nota ufficiale: “Il Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, Domenico Arcuri, ha trasmesso alla Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’Unione Europea la diffida che l’Avvocatura generale dello Stato ha provveduto a inviare a Pfizer. Il Commissario – prosegue la nota – ha inoltre chiesto l’avvio di un’interlocuzione con l’esecutivo comunitario per l’adozione di ogni opportuna azione contro i comportamenti inadempienti di Pfizer, con l’obiettivo di tutelare gli interessi e la salute dei cittadini”. Buone nuove arrivano comunque dal vaccino tutto italiano ReiThera, che se tutto andrà come previsto sarà pronto in estate: in cantiere la produzione di 100 milioni di dosi, e si presume che la maggior parte di essere verranno acquistate dal nostro governo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA