Bollettino vaccini covid oggi 29 gennaio/ 90.7% italiani con almeno una dose

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino vaccini covid oggi 29 gennaio 2022: continuano a crescere le somministrazioni, arrivando a quota *** milioni di inoculazioni

vaccini lombardia
Vaccini Lombardia, code al Palazzo delle Scintille di Milano (LaPresse, 2022)

Il bollettino vaccini covid di oggi, sabato 29 gennaio 2022, è stato pubblicato puntuale come sempre dopo le ore 6:00 di stamane. Andiamo quindi ad analizzare l’andamento della campagna di vaccinazione anti coronavirus in Italia, che ricordiamo, è scattata il 27 dicembre del 2020, e che fino ad oggi ha portato ad un totale di ben 126.9 milioni di somministrazioni, numero che rispetto al bollettino di ieri è cresciuto di altre 500mila dosi, chiaro indizio di come la macchina dei vaccini stia proseguendo ad inoculare a gonfie vele.

Bene anche il dato relativo alle terze dosi, che ad oggi hanno raggiunto quota 32.4 milioni, mentre, il numero di persone immunizzate, coloro che hanno completato il ciclo vaccinale, si sono portate a quota 47.2 milioni, pari all’87.5 per cento del totale dei vaccinabili. Di pari passo crescono anche gli italiani con almeno una dose, ad oggi 48.9 milioni (il 90.6 per cento della platea), mentre il numero di farmaci consegnati in Italia ha raggiunto nelle ultime ore quota 127.1 milioni.

BOLLETTINO VACCINI COVID OGGI 29 GENNAIO: PARLA IL CEO DI MODERNA

E a proposito di vaccini anti covid, ieri è uscito allo scoperto il ceo di Moderna, Paul Burton, interpellato dai microfoni della Cnn. Il manager si è soffermato sulla durata dell’efficacia del vaccino, ed in particolare contro Omicron, dicendo che “è molto buona” quella del booster, ma aggiungendo che i dati vanno controllati continuamente “perché dopo sei mesi dalla immunizzazione gli anticorpi diminuiscono”.

Il Ceo di Moderna ha quindi spiegato che: “È importante continuare a monitorare gli effetti del vaccino e del booster”, confermando i dati pubblicati recentemente dal New England Journal of Medicine, secondo cui gli anticorpi calano di sei volte dopo sei mesi di inoculazione dall’ultima dose. “Quello che abbiamo osservato dopo 6 mesi dalla vaccinazione ci fa pensare che gli anticorpi continueranno a diminuire nel tempo ed una volta arrivato questo autunno 2022, probabilmente le persone non saranno più protette”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA