Bollettino vaccini Covid oggi, 29 maggio 2022/ Dati: 680.595 quarte dosi inoculate

- Alessandro Nidi

Bollettino vaccini Covid oggi, domenica 29 maggio 2022: facciamo il punto sulla campagna vaccinale in Italia per mezzo dei dati e delle statistiche aggiornati

peter doshi
Vaccino Moderna contro il Covid-19 (LaPresse)

Ben ritrovati con il consueto aggiornamento sulla campagna vaccinale di massa, noto anche come bollettino vaccini Covid e inerente alla giornata di oggi, domenica 29 maggio 2022. La settimana che sta andando in archivio si chiuderà sulla falsa riga di quella antecedente per ciò che concerne le inoculazioni, dal momento che i dati stanno crescendo da settimane ormai in maniera davvero lenta e le dosi totali somministrate hanno raggiunto quota 137.728.346.

Le quarte dosi sono giunte in totale a quota 680.595, mentre le terze dosi sono sempre ferme a quota 39.5 milioni, pari all’82.96 per cento del totale della popolazione vaccinabile. Fermi anche gli italiani immunizzati e quelli con almeno una dose, rispettivamente 48.6 milioni e 49.3 milioni. Infine, sempre statici anche i dati relativi alle dosi consegnate in Italia, leggasi 141.8 milioni da quando è partita la campagna di vaccinazione, il 27 dicembre dell’anno 2020.

BOLLETTINO VACCINI COVID OGGI 29 MAGGIO, L’APPELLO DI CARTABELLOTTA: “SCOPERTI TERZA DOSE SONO PIÙ CHE RADDOPPIATI”

Dopo avere appreso i nuovi dati inerenti al bollettino vaccini Covid di oggi, domenica 29 maggio 2022, come si legge nel report della Fondazione Gimbe nell’arco di un mese sono raddoppiate le persone scoperte con la terza dose ,che hanno raggiunto gli oltre 4 milioni. “In meno di un mese – ha sottolineato il presidente della Fondazione, Nino Cartabellotta – le persone candidate a ricevere subito la dose booster sono più che raddoppiate (da 1,83 milioni il 28 aprile a oltre 4 milioni il 25 maggio), in quanto trascorsi 120 giorni dal completamento del ciclo primario o dalla guarigione dopo il ciclo primario. In tal senso, considerato l’attuale stallo della campagna vaccinale, nelle prossime settimane aumenterà ulteriormente la popolazione suscettibile, vista la limitata efficacia della vaccinazione con due dosi nei confronti della variante Omicron”.

Inoltre, sono stati “disattesi i nostri appelli e quelli delle istituzioni sulla copertura con la quarta dose delle persone vulnerabili”. Insomma, con il virus che circola ancora e con la variante Omicron in agguato, lo scenario pandemico nel nostro Paese (e non solo) non sarebbe ancora così rassicurante, agli occhi del sodalizio presieduto da Cartabellotta.





© RIPRODUZIONE RISERVATA