Bologna, omicidio in via Nullo/ Figlio uccide la madre 86enne con una coltellata

- Davide Giancristofaro Alberti

Bologna, sessantenne uccide la mamma di anni 86 in un’abitazione popolare di via Nullo: l’uomo è stato arrestato

carabinieri 1 lapresse1280
LaPresse

Un uomo ha ucciso la propria mamma in un’abitazione di Bologna situata in via Nullo. Come riferito da molti organi di informazione online, a cominciare dai colleghi di BolognaToday, la vittima è una signora anziana di 86 anni, mentre il carnefice, è il figlio sessantenne. In base a quanto ricostruito dalle forze dell’ordine subito dopo l’assassinio, l’uomo avrebbe accoltellato la propria madre, per poi essere arrestato. L’episodio è avvenuto nella giornata di ieri, domenica 16 febbraio: i due si trovavano in casa, nell’abitazione dove vivono, una casa popolare bolognese, ma ad un certo punto è scoppiata una violenta lite. Dalle parole si è passati ai fatti in breve tempo, e il sessantenne, accecato dalla follia, avrebbe preso in mano un coltello da cucina, colpendo la madre all’addome. Appena scoppiata la lite alcuni vicini di casa hanno allertato le forze dell’ordine che si sono recate sul luogo indicato pochi minuti dopo la chiamata.

BOLOGNA, OMICIDIO IN VIA NULLO: ARRESTATO IL SESSANTENNE

Quando gli agenti sono giunti presso l’abitazione di via Nullo, hanno trovato il sessantenne palesemente alterato dal punto di vista psichico, a causa dell’alcol in corpo. Questi impediva agli uomini del 118 di avvicinarsi alla mamma ferita, e di conseguenza gli agenti hanno dovuto utilizzare lo spray al peperoncino per disarmare l’uomo. Quando la donna è stata soccorsa le sue condizioni sembravano gravi ma non disperate, in quanto le ferite d’arma da taglio apparivano superficiali. A quel punto gli uomini del 118 l’hanno stabilizzata e quindi trasportata presso l’ospedale locale. Con il passare delle ore, però, la situazione è degenerata, e le condizioni fisiche dell’anziana 86enne si sono aggravate in maniera inesorabile, fino a morire. Il figlio è stato arrestato in flagranza di reato con le accuse di tentato omicidio e maltrattamento in famiglia, poi aggravatesi in omicidio volontario. Al momento si trova in carcere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA