Bonus carovita/ Ecco chi potrà ricevere 500 euro in busta paga

- Maria Melania Barone

Bonus carovita, 500 euro in più erogati direttamente in busta paga, ma solo per alcuni lavoratori. Ecco chi saranno i fortunati che potranno beneficiare del contributo anti-inflazione.

Portafoglio Euro Pixabay1280 640x300
Pixabay

Il gruppo Intesa Sanpaolo ha deciso di aiutare i propri dipendenti attraverso l’erogazione di tipo privato di un bonus in busta paga che si trasforma in una sorta di quindicesima per i lavoratori dipendenti dell’Istituto di credito. A volerlo è stato CEO Carlo Messina, che ha giustificato questa introduzione come una misura volta a fronteggiare il carovita e aiutare i propri dipendenti.

Bonus carovita: che cos’è e perché il gruppo Intesa Sanpaolo ha deciso di erogarlo

Con l’arrivo della guerra e la dilagante inflazione che in Europa ha toccato vertici mai raggiunti prima, l’ultima rilevazione è dell’8,9% mentre in Italia siamo fermi al 6,7%, con i prezzi al consumo che toccano ormai il 9,1% sul carrello della spesa, un record dal 1984, bisognava fare qualcosa.

Il governo Draghi è riuscito a stento a trovare il bonus sociale, il bonus acqua luce e gas e tutte le misure contro il caro carburante. Ma non basta. È in verità non bastano nemmeno i 200 euro del mese di luglio che sarebbero stati forse prorogati anche per i mesi di agosto e settembre se il governo fosse rimasto in carica, salvo che draghi fosse riuscito a trovare i fondi.

Bonus carovita: la scelta di due dirigenti aziendali spiega come valorizzare le risorse umane

Il bonus voluto dal CEO del Gruppo San Paolo, Carlo Messina è di 500 euro e vale non soltanto per i dipendenti italiani, ma anche per quelli che lavorano per il gruppo San Paolo nelle sedi estere. In totale Il gruppo ha stanziato 50 milioni di euro che serviranno all’erogazione di 82.000 bonus carovita da aggiungere alla busta paga di ciascun lavoratore.

La scelta del gruppo Intesa Sanpaolo tuttavia non è isolata perché anche Alberto Bertone, il presidente amministratore delegato di fonti di Vinadio che produce l’acqua Sant’Anna, ho scelto di erogare un bonus carovita per i suoi dipendenti mettendo sul piatto circa settecentomila euro.

Si tratta di imprenditori che sono consapevoli di quanto le risorse umane siano preziose e sia giusto gratificarle soprattutto nei momenti di maggiore difficoltà.





© RIPRODUZIONE RISERVATA