BRANDO, NINA, BERNARDO E TITO, NIPOTI MAURIZIO COSTANZO/ “Lei somiglia a mia madre…”

- Rossella Pastore

Brando, Nina, Bernardo e Tito sono i nipoti del conduttore Maurizio Costanzo. I figli Camilla e Saverio l’hanno reso nonno ben quattro volte.

Maurizio Costanzo
Il conduttore Maurizio Costanzo

Dalla sua unione con Flaminia Morandi, Maurizio Costanzo ha avuto due figli, Camilla, 46 anni, e Saverio, 44, entrambi impegnati nel mondo del cinema. I due l’hanno reso nonno di ben quattro ragazzi, Brando, Nina, Bernardo e Tito, a cui il giornalista è molto legato. Alla vigilia dei suoi 80 anni, Costanzo ha rilasciato un’accorata intervista a Maria De Filippi in cui ha parlato a lungo anche del rapporto con i suoi nipoti. Il secondo matrimonio del giornalista è durato dal 1973 al 1984. Negli stessi anni, Maurizio ha sperimentato la gioia di diventare papà, prima con una femminuccia, Camilla, appunto, e poi con il maschietto, Saverio. Nel 2004 ha anche adottato Gabriele, che è il suo terzo figlio a tutti gli effetti. Costanzo ha dichiarato di vedere i nipotini “una volta ogni tanto”. A dire il vero, però, se li fa portare a lavoro tutte le settimane: “Mi piacciono questi ragazzini. Il mio primo nipote si chiama Brando. Sua sorella si chiama Nina e somiglia a mia mamma in un modo incredibile che non riesco a spiegarmi. Poi, ci sono Bernardo e Tito grande tifoso e giocatore di calcio”.

Maurizio Costanzo, nonno “paterno” di Brando, Nina, Bernardo e Tito

Maurizio Costanzo non perde occasione per vedere i nipoti Brando, Nina, Bernardo e Tito. Il suo rapporto con loro è stretto tanto quanto quello con i suoi figli, tre “ragazzi” a dir poco straordinari. Questa la sua descrizione: “Saverio è intelligente, ottimo regista cinematografico, il maggior pregio è la serietà. Camilla riesce a conciliare il mestiere di mamma con quello di scrittrice di libri. Gabriele è un ragazzo buono, bello dentro. Mi chiedo sempre se rimane o no. È una presenza che mi piace, sapere che c’è lui a casa con noi mi dà una grande serenità”. E ancora: “Dei miei figli che posso dire, mi stanno sempre vicino, anche quando ho la febbre corrono a vedere come sto”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA